Torino, seconda coppia gay chiede le nozze a Chiamparino

Dopo la coppia che Chiamparino ha già annunciato di voler sposare, altri due uomini hanno inviato la richiesta al Sindaco di Torino perché celebri le loro nozze simboliche.

Un’altra coppia di Torino, quella formata da Guglielmo M., 48 anni, e Paolo S., 37 anni, hanno aderito all’iniziativa "Mille Chiamparino" lanciata dal portale Gay.it che dalle sue pagine permette a tutte le coppie gay che lo vogliono, di scrivere direttamente al loro primo cittadino. Insieme da soli 6 mesi ma già con le idee chiare per il futuro, i due torinesi hanno deciso di scrivere al loro primo cittadino: "Dopo Antonella e Debora abbiamo deciso di provarci anche noi – spiega Guglielmo alla redazione del portale Gay.it – Mi sono scoperto gay da due anni, da 15 sono separato, e adesso non voglio più nascondermi. Credo che mi spettino gli stessi diritti che ha ogni altro cittadino che paga le tasse".

Nessuna risposta, per ora, dall’ufficio del Sindaco ma "Crediamo che accetterà di sposarci – dicono i due torinesi -. Se lo fa una volta poi deve farlo sempre e combattere con noi". "I nostri parenti – ha aggiunto Guglielmo – compresa la mia ex moglie e uno dei miei due figli, sanno tutto. Sanno che voglio sposarmi e sono felici per me. Con loro – conclude – Paolo si trova molto bene. Posso affermare di avere un ottimo compagno".

Proprio il sì del Sindaco di Torino alla richiesta di una coppia di donne, Antonella D’Annibale e Debora Galbiati Ventrella, di unirle simbolicamente in matrimonio, aveva dato il via alla campagna Mille Chiamparino.

Ti suggeriamo anche  Torino, divieto al bus omofobo - ma i promotori sfidano il Comune