Tornano i Saloni: ilmeglio del design passa da Rho

Circa 2500 espositori in più di 211.000 mq per l’evento-monstre che si svolgerà dal 14 al 19 aprile nel quartiere fiera di Rho. Ambienti privilegiati cucina e bagno, ben quattro mostre collaterali.

^fForte del sorprendente risultato dell’anno scorso (più di 310.000 visitatori unici tra pubblico e addetti ai lavori), torna l’evento-monstre “I Saloni”, l’appuntamento più ricco e significativo dell’anno dedicato al settore arredo casa, che si svolgerà dal 14 al 19 aprile nel quartiere fieristico di Rho in provincia di Milano.

Come recita il claim pubblicitario, "The Event is Back" con i suoi numeri da capogiro: circa 2500 espositori distribuiti in più di 211.000 metri quadrati dove avrà luogo la 49esima edizione del Salone Internazionale del Mobile. Due ambienti della casa avranno uno spazio privilegiato: la cucina e il bagno. Ben quattro padiglioni saranno dedicati alla biennale della Cucina organizzata insieme a FTK, ossia "Technology for the Kitchen", la proposta dedicata all’innovazione tecnologica degli elettrodomestici da incasso e alle cappe d’arredo, mentre due saranno a disposizione del Salone Internazionale del Bagno. Non mancherà Eurocucina, nota anche come Salone Internazionale dei Mobili per Cucina panoramica completa dedicata a uno degli ambienti ormai più ‘informatizzati’ della casa moderna.

A corollario della mega esposizione, torneranno il Salone Internazionale dei Complementi d’Arredo e il SaloneSatellite, quest’anno rinnovato per creare contatti mirati fra le aziende espositrici e i giovani designers. Il concept dell’allestimento è affidato a cinque giovani promesse dell’architettura, ex partecipanti del Salone Satellite, sotto la supervisione di Ricardo Bello Dias. Un forum evento sarà dedicato al tema Ufficio, si svolgerà nel quartiere espositivo e proporrà idee innovative e riflessioni creative sull’ambiente lavorativo. Sarà una sorta di trampolino promozionale per l’edizione SaloneUfficio 2011.

Sono ben quattro le mostre collaterali organizzate per quest’edizione: "Ospiti inaspettati. Case di ieri, design di oggi" porterà il design contemporaneo all’interno di un poker di celebri ‘case museo’ della tradizione milanese, ossia il Museo Poldi Pezzoli, il Bagatti Valsecchi, Casa Boschi di Stefano e la Villa Necchi Campiglio. Il curatore è Beppe Finessi con immagine di Italo Lupi e sarà visitabile fino al 2 maggio.

Ti suggeriamo anche  Anche Milano pronta a iscrivere all'anagrafe bambini con due mamme

Un vero e proprio itinerario guidato nel mondo dei riti culinari, dall’addobbo del desco alla preparazione del cibo in base al tipo di occasione, è invece "Tutti a tavola!" (14 aprile – 9 maggio), curato da Franco Laera presso la Villa Reale di via Palestro. ‘Un bagno di stelle’ (14-19 aprile, Civico Planetario Ulrico Hoepli) sarà invece un invito a riscoprire la stanza da bagno come scrigno dove preservare l’armonia interiore e il benessere fisico, simboleggiati per mano della curatrice Francesca Molteni da avvenenti corpi femminili e riappacificanti volte celesti.

Ben 450 disegni e schizzi autografi donati da designer di tutto il mondo al FAI, il Fondo Ambiente Italiano, saranno infine esposti a Villa Necchi Campiglio, un gioiello urbano risalente agli anni ’30, per la mostra "La mano del designer" (10 aprile – 9 maggio) e costituiranno una base d’asta per il suo restauro. Offrono il loro sostegno Cosmit e Fondazione Cosmit Eventi.

La Città dei Saloni, quindi, si estende e si amplia cercando un dialogo fra passato e futuro, tra progettualità teorica e impatto architettonico, rimanendo sempre attenta alle nuove tendenze.

Da non mancare.