Trans cambia voce per studiare da soprano

Ha cambiato voce pur di essere ammessa al conservatorio dal quale tre anni fa venne esclusa. Ad accompagnarla per la prova d’ingresso la trans organista che venne licenziata dopo il cambio di sesso.

Cosa non si fa per inseguire il proprio sogno. Quello di Emily De Salvo è di entrare in conservatorio per studiare come cantante lirica, e pur di riuscirci ha addirittura cambiato voce. «Studio da sopranista curando il repertorio Barocco ed esercitando il mio "falsetto rinforzato", con il maestro Maurizio Picconi, invece, studio da baritono. La mia vocalità è perfetta per un ruolo nelle opere buffe come quelle di Donizetti e Rossini», racconta Emily.

Non è la prima volta che la 29enne ha provato ad entrare al Tito Schipa di Lecce. Tre anni fa, però, non riuscì nel’impresa di diventare la prima trans – come lei stessa dice – a studiare in Conservatorio: gli insegnanti non sapevano se inserirla in una classe maschile o femminile. Questa volta, però, le cose sono andate diversamente. Ha continuato a studiare canto e ad esercitarsi al pianoforte e la commissione l’ha amessa anche grazie all’appoggio del «soprano Amelia Felle, che mi ha difeso contro chi non mi voleva».

Ad accompagnarla al pianoforte nell’esecuzione dell’"Ombra mai fù" di George Frideric Handel c’era l’amica Luana Ricci, già salito alle cronache quando fu licenziata dal Duomo di Lecce, dove suonava l’organo, proprio per la sua decisione di cambiare sesso. Della storia di Emily De Salvo si è interessato anche il britannico Daily Mail.

Ti suggeriamo anche  Gerusalemme, un pride da record: oltre 30.000 persone in strada