Trans, fermata, dà di matto e butta le feci sulla vigilessa

Colta a consumare un rapporto sessuale con un uomo nella pineta di Torre del Lago, una trans di 61 anni defeca a terra e sparge feci e sangue sulla vigilessa che la vuole ammanettare. Arrestata.

Colta dalla Polizia Municipale nel bel mezzo di un rapporto sessuale nella pineta tra Viareggio e Torre del Lago (Lucca), una transessuale brasiliana di sessantuno anni ha reagito nel peggiore dei modi possibili.

I fatti risalgono al pomeriggio di giovedì scorso quando due agenti della pattuglia anti degrado si sono accorti alcuni movimenti sospetti proprio nella pineta. Avvicinatisi hanno sorpreso i due nel pieno di un rapporto sessuale.

L’uomo si è subito dato alla fuga dopo essersi tirato su i pantaloni. La trans, invece, ha cominciato a inveire contro i due vigili, un uomo e una donna, che tentavano di arrestarla per atti osceni in luogo pubblico.

A quanto riporta la stampa locale, C.A. avrebbe defecato a terra davanti ai due vigili e poi avrebbe preso la vigilessa per un braccio cospargendola di feci e sangue. La trans avrebbe poi minacciato i due agenti con una bottiglia di vetro rotta pochi istanti prima.

Ammanettata e portata al comando, C.A. è stata arrestata. Dopo la convalida dell’arresto da parte del giudice, è stata condotta in una cella del carcere lucchese di San Giorgio.

Ti suggeriamo anche  Lush, al via la campagna per aiutare le comunità transgender e genderqueer