Trans turche picchiate e arrestate rischiano il carcere

Attiviste di un’associazione che si occupa di diritti lgbt, cinque transessuali sono state arrestate, brutalmente picchiate e accusate di resistenza e prostituzione. Possibile condanna a 3 anni.

C’è voluto l’impegno di cinque associazioni internazionali sul loro caso perché la storia di cinque transessuali turche, non diversa da tante altre verificatesi negli ultimi mesi, venisse conosciuta da tutto il mondo.

Le cinque, lo scorso 17 maggio vennero fermate dalla polizia senza ragione mentre, in auto, andavano a trovare un amico, maltrattate, picchiate e accusate di resistenza alle autorità e prostituzione. Adesso del loro caso si occupa, tra le altre organizzazioni internazionali, anche la statunitense Human Rights Watch che in una lettera inviata ai ministeri degli Interni e della Giustizia turchi ha chiesto che le accuse mosse fossero ritirate.

La sera del 17 maggio scorso, le cinque attiviste dell’associazione "Pembe Hayat", che si occupa dei diritti delle persone lgbt, vennero fermate in una strada di Ankara da quattro poliziotti che usarono contro di loro prima lo spray rticante sugli occhi, poi i manganelli e i calci in tutto il corpo. Poi vennero arrestate con l’accusa di prostituzione e resistenza a pubblico ufficiale, anche se tutte e cinque hanno sporto denuncia per maltrattamenti. Il processo contro di loro è previsto per giovedì e la condanna che rischiano è di passare in prigione i prossimi tre anni.

"Il governo turco sta trasformando noi transessuali in criminali per il solo fatto che esistiamo. Noi siamo il crimine ed il governo, invece di proteggerci, abusa di noi e ci costringe a vivere e morire al di fuori della legge”, ha detto Mauro Cabral, condirettore del gruppo per i diritti dei gay "Gate".

Ti suggeriamo anche  Al celebre Carnevale di Putignano (Bari) sul carro arriva il bacio gay

Da un po’ di tempo a questa parte la maggiore visibilità conquistata dalle persone trans ha attirato anche i violenti e i transfobi. Si calcola che negli ultimi 20 mesi siano nove i transessuali uccisi.