Transgender picchiata in spiaggia per aver usato il bagno delle donne

Oregon, USA. Dopo l’aggressione ai danni di Lauren Jackson, degli uomini di Chiesa locali hanno offerto supporto per la donna transgender: “Questo odio e questa violenza sono sbagliate!”

Una donna transgender senzatetto è stata picchiata su una spiaggia dell’Oregon per aver usato il bagno delle donne e l’uomo che l’ha aggredita potrebbe essere accusato di crimine legato al pregiudizio.

Lauren Jackson, donna transgender recentemente trasferitasi dallo Utah all’Oregon, è stata picchiata sabato scorso all’Agate Beach State Park a Newport. Da quanto ha riferito la stazione TV Portland KATU. Una donna presente mentre la Jackson stava usando il bagno, si è lamentata con suo marito della presenza della donna trans, dicono i registri della polizia. I testimoni hanno riferito alla polizia che il marito, Fred Joseph Costanza, 37 anni, ha poi aggredito Lauren Jackson, tenendola per i capelli e dandole una decina di pugni in faccia.

Gli amici della donna transgender hanno creato una raccolta fondi per aiutarla con le spese mediche

In seguito all’aggressione transfobica, Lauren ha subito diverse fratture alla mascella e al cranio ed è stata portata all’Oregon Health and Science University di Portland per ricevere le cure necessarie. I medici hanno detto alla Jackson che avrà bisogno di un intervento chirurgico ricostruttivo, come riporta il Newport News Times.
Gli amici della donna transgender hanno prontamente creato una pagina ‘GoFundMe‘ per raccogliere fondi per le sue spese mediche.

L’aggressore era ubriaco e aveva già dei precedenti penali

L’aggressore, Fred Joseph Costanza, è stato arrestato due giorni dopo il fatto. E’ accusato di aggressione di secondo grado, condotta disordinata di secondo grado, minaccia e molestie. Lauren Jackson ha testimoniato pochi giorni fa davanti a un grand jury che deciderà se presentare o meno l’accusa di crimine d’odio contro Costanza.
L’uomo, intanto, è detenuto nel carcere della contea di Lincoln. La polizia ha dichiarato che, oltre ad avere precedenti penali, al momento dell’aggressione era ubriaco.

Il supporto di alcuni pastori di chiese locali: “Questa violenza è sbagliata!”

Mentre Lauren Jackson si recava al tribunale della contea di Lincoln per testimoniare, diversi uomini di Chiesa locali hanno espresso supporto nei suoi confronti. Intervistato dalla stazione TV Portland KATU, il pastore Bob Barrett della Chiesa presbiteriana della comunità di Yachats ha dichiarato:
Qualsiasi possa essere il proprio Credo, credo sia importante unirci, fra noi uomini di fede, e dire che l’odio è sbagliato, così come la violenza. E quello che è successo è semplicemente sbagliato.
Ti suggeriamo anche  Transgender, fin da piccoli il cervello corrisponde già al genere giusto