Treviso: “Voi siete gay”, e parte il pestaggio

Un giovane marocchino è stato pestato a sangue da due suoi connazionali con cui condivide l’appartamento perché, dopo un battibecco notturno, li ha apostrofati dando loro dei gay.

E’ tornato tardi, martedì sera, e entrando in camera da letto senza molto tatto, ha svegliato i coinquilini con i quali, per motivi di spazio, condivide anche il letto, oltre alle mura. I due, arrabiati per essere stati svegliati nel cuore della notte, lo hanno rimproverato e lui, un ragazzo marocchino di 34 anni, li ha apostrofati con un lapidario "voi due siete gay". Gli altri due, marocchini anche loro, percepita la frase come l’offesa peggiore che gli si potesse rivolgere, hanno iniziato a pestarlo infuriati.