Turchia: apre il primo centro medico per persone lgbt

Un traguardo importante ma la strada dei diritti è ancora lunga e impervia.

La comunità lgbt turca oggi segna una vittoria, nonostante le costanti discriminazioni e le violenze continue. La municipalità di Sisli, a Istanbul, aprirà il primo centro medico gratuito specializzato in malattia sessualmente trasmissibili dedicato a gay, lesbiche, bisessuali e trans mai aperto in Turchia.

Un traguardo non da poco in un paese in cui la lotta per i diritti ha ancora molta strada da fare.

Secondo quanto riporta l’associazione lgbt di Ankara Kaos GL, nel centro si potranno condurre test e visite gratuitamente e in forma anonima.

Sisli è considerata la roccaforte del partito d’opposizione, il Partito Repubblicano del Popolo, e il presidente della municipalità ha dato il via libera all’istituzione del centro dopo avere firmato il Protocollo per un’amministrazione gay friendly promosso da più di 15 associazioni lgbt turche.

Ti suggeriamo anche  Forza Nuova, manifestazione omofoba non autorizzata: neofascisti assolti