Turchia, uomo apertamente gay candidato alle elezioni

Hasan Atik correrà nelle liste del partito HDP alle consultazioni del prossimo 24 giugno.

In Turchia l’opposizione a Erdogan continua a combattere per l’inclusione: un uomo gay è di nuovo candidato alle politiche.

L’attivista LGBTI Hasan Atik è stato candidato dal partito democratico e filocurdo HDP alla prossima tornata elettorale in Turchia prevista per il 24 giugno. Le elezioni anticipate sono state indette in via straordinaria dal presidente-sultano Recep Tayyp Erdogan, nel tentativo di rafforzare la sua presa sul potere.

Anche la comunità LGBTI è stata duramente colpita dalla deriva autoritaria del paese, con l’annullamento delle manifestazioni LGBTI di Ankara, gli attacchi della polizia al Pride di Istanbul e il tristemente noto omicidio dell’attivista trans Hande Kader.

Ciononostante i partiti laici dell’opposizione continuano a lottare per offrire una rappresentanza inclusiva e aperta della Turchia: già nel 2015 l’HDP aveva candidato una persona LGBTI, il primo nella storia turca, mentre il partito repubblicano CHP aveva inserito nelle proprie liste due donne transgender.

Atik lotterà per un seggio nella provincia di Edirne, nel nord-ovest della Turchia: “Rivendichiamo il diritto alla vita: il mio obiettivo è affermare l’uguaglianza delle persone LGBTI”, ha dichiarato in un’intervista a Gazeta Karinca.

Tra le sue priorità non solo il matrimonio egualitario e la lotta ai crimini d’odio, Atik che è anche sieropositivo, vuole lottare contro lo stigma verso le persone HIV+ e lanciare un grande piano di educazione nelle scuole: “In Turchia non esistono leggi sulla sieropositività. Sono obbligato a raccontare alle persone la mia condizione – ha spiegato Atik – e questo ci ghettizza. Siamo già dei mostri agli occhi delle persone e questo non aiuta”.

Ti suggeriamo anche  Trans italiana sequestrata per 16 ore dalla polizia turca, silenzio dalla Farnesina