TV: ma chi sono gli omosessuali?

di

Se lo chiede su RaiTre “Percorsi d’amore” che inizia la nuova serie con una puntata dedicata agli omosessuali. Storie gay, tra paure e sentimenti.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
938 0

ROMA – Domenica 4 giugno in seconda serata torna su RaiTre “Percorsi d’amore” programma ideato e condotto da Anna Scalfati e giunto alla sua quarta edizione. La giornalista è andata a Brescia per incontrare un gruppo di giovani omosessuali ed ha tracciato con loro il percorso di questa prima puntata. Chi sono gli omosessuali? e perché, improvvisamente, in un ragazzo appena adolescente subentra una attrazione fisica e mentale verso lo stesso sesso? Che cosa accade in una situazione di questo tipo? Quali sono le figure di riferimento all’interno della famiglia? E infine che famiglia è una famiglia composta da due persone appartenenti allo stesso sesso? Nel nuovo format il “comizio” con gli omosessuali costituisce l’approccio televisivo all’argomento che ha come caratteristica un tono pacato e sereno. I contributi filmati portano al dibattito gli spunti necessari come la storia di due gay che si amano da ventisette anni e che vantano un ménage esemplare o il barista di Nardo’ in Puglia talmente spaventato dalla presenza degli omosessuali da attaccare un cartello fuori dal suo esercizio con su scritto “divieto di accesso ai gay”. Percorsi d’amore racconta i ragazzi omosessuali , quelli che ogni giorno vivono , lavorano, si amano nel nostro paese.
La nuova serie di “Percorsi d’amore” cercherà ancora di raccontare storie autentiche legate ai sentimenti ma rifletterà anche sulla ricerca di una nuova spiritualità, sui nuovi miti, le speranze e la confusione, in particolare nelle giovani generazioni. Il format rimane quello delle edizioni precedenti, attento a non invadere la privacy delle persone che partecipano e a non spettacolarizzare relazioni sentimenti, come purtroppo spesso avviene. Va in onda domenica 4 giugno alle ore 23.25 su RaiTre.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...