Uccide il compagno e si autodenuncia

Ha ferito il compagno 60enne con un coltello e poi ha chiamato il 113 per autodenunciarsi. L’uomo è morto questa mattina. Il fatto è successo a Milano. Adesso è accusato di omicidio.

Ha ferito il compagno con un coltello preso dalla cucina e poi ha chiamato il 113 per autodenunciarsi. Il fatto è successo a Milano. L’aggressore, 35 anni, si è scaraventato contro il compagno di 60 anni per motivi ancora sconosciuti. A nulla sono serviti i soccorsi del 118; gli infermieri sono giunti sul posto proprio in seguito alla telefonata con cui l’uomo si è autoenunciato.

"Venite, ho colpito una persona", aveva detto alla polizia. Ricoverato all’ospedale San Carlo, il compagno non è però sopravvisuto al delicato intervento chirurgico cui è stato sottoposto. Il folle gesto costerà adesso all’aggressore l’accusa di omicidio.

Ti suggeriamo anche  Milano, picchiato perché gay in zona Porta Ticinese
Storie

Omofobia a Vizzola Ticino, cartelli e scritte alla spiaggetta: “Fr*ci al rogo”

L'allarme lanciato da Arcigay Varese. Anche quest'anno non ci siamo fatti mancare l'omofobia in spiaggia.

di Federico Boni