Uganda: eliminata la pena di morte per i gay

di

Il deputato che aveva presentato la legge ci ripensa ed elimina dal testo la pena capitale. L'omosessualità rimane un reato per il quale si rischia l'ergastolo.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2561 0

David Bahati, il deputato ugandese autore del progetto di legge sulla criminalizzazione dell’omossessualità ha annunciato di aver eliminato dal testo le disposizioni che prevedevano la pena di morte. "Non ci sarà la condanna capitale, scomparirà", ha detto David Bahati.

Il progetto di legge era stato presentato nell’ottobre 2009, ma l’iter legislativo era poi stato bloccato per le proteste venute dalla comunità internazionale, delle associazioni che si occupano di diritti umani e dai governi di Stati Uniti e Gran Bretagna.

La nuova proposta di legge è stata depositata martedì scorso dal deputato.

L’omosessualità nel Paese è già un reato per il quale si rischia l’ergastolo, ma è in corso un ampio dibattito tra chi vuole inasprire le sanzioni e chi ammorbidirle.

Leggi   Roma, Comune non trascrive all'anagrafe una bambina con due mamme nata in Italia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...