Uk: addio famiglia tradizionale, largo alle coppie di fatto

di

Secondo un sondaggio che riguarda i cambiamenti nella società britannica, le coppie eterosessuali sposate non sono più centrali e le idee rispetto ai rapporti tra omosessuali sono molto...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1411 0

Le coppie eterosessuali sposate non sono più al centro della vita britannica: la Gran Bretagna si scopre più tollerante di quanto non sia mai stata da 20 anni a questa parte, con opinioni molto più liberali sul matrimonio, le relazioni e i rapporti tra persone dello stesso sesso. Lo rivela il rapporto sulle "British Social Attitudes", come gli inglesi definiscono le attitudini della società.

La ricerca, che viene svolta annualmente dal 1983, rivela che alcune regole tradizionali, in ogni caso, restano ben salde: l’adulterio è ancora fortemente condannato. Per l’85% dei circa 3 mila intervistati è "sempre o la maggior parte delle volte" sbagliato e le coppie si dicono molto più caute riaguardo alla possibilità di un accordo basato sulla famiglia alternativa se di mezzo ci sono i bambini.

Dalle dichiarazioni del campione casuale di sudditi della regina intervistati ne esce un panorama di relazioni e di sistemazioni abitative che cambiano velocemente, tra cui coppie che non convivono, conviventi di lungo termine non sposati, "famiglie ricostituite" formate da genitori divorziati precedentemente e dai loro figliastri, e un netto aumento di single.

Sul sesso le vedute sono molto aperte: per il 70% dei britannici non c’è niente di male ad avere rapporti pre-matrimoniali (nel 1984 la pensava così solo il 48%). Convivenze e matrimoni sono diventati praticamente equivalenti per due terzi degli intervistati e solo uno su quattro (28%) ritiene che i genitori sposati siano migliori di quelli che invece non lo sono.

Ma tutto cambia quando entrano in gioco i bambini: tre persone su dieci ritengono che sia più difficile divorziare per le coppie con bambini sotto i 16 anni. Quattro persone su 10 credono che un genitore possa crescere i figli bene quanto due persone, e una percentuale simile ritiene che due genitori siano meglio di uno.

In più, almeno due terzi degli intervistati affermano che sia un passo positivo verso una nuova vita.

Opinioni contrastanti invece sui possibili genitori omosessuali: poco più di un terzo ritiene che una coppia lesbica possa crescere bene un figlio, e poco meno della stessa percentuale afferma che due gay potrebbero essere dei buoni genitori.

"Le coppie eterosessuali sposate non sono più al centro della norma sociale. Ma i bambini – ha spiegato il co-autore dello studio, Simon Duncan – sembrano mantenere una posizione particolare nei comportamenti delle persone nella vita familiare. Quando entrano in gioco i piccoli, le sistemazioni familiari alternative sono meno accettate".

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...