Uk, un documento toglie i genitori gay dall’imbarazzo

In Inghilterra entrerà in vigore dalla prossima settimana il certificato di nascita che evita situazioni d’imbarazzo alle coppie omosessuali con figli: “genitore” al posto di “padre” e “madre”.

Coppie gay con figli e burocrazia fanno pace, almeno all’estero. Dalla prossima settimana, in Inghilterra, diminuiranno le situazioni di "imbarazzo burocratico" di cui sono sempre più spesso protagoniste le coppie di genitori omosessuali.  Il vecchio modello di certificato di nascita, infatti, comprendeva le voci "madre" e "padre", non prendendo in considerazione i figli nati da inseminazione artificiale o madri "surrogate". Adesso, invece, sul modulo comparirà la voce più generica "genitore". Accolta con grande entusiasmo dalle associazioni omosessuali, questa modifica, in molti altri, ha creato alcune perplessità.

A detta di coloro che si oppongono a questa riforma dei documenti, si potrebbe andare incontro ad una "falsificazione" degli atti di nascita. Nel caso di una coppia di lesbiche, l’identità del padre biologico verrebbe cancellata poiché le due donne potrebbero registrarsi come madri prima della nascita. Diversa sarebbe invece la situazione di due uomini perché dovrebbero attendere la nascita del bambino prima di richiedere al tribunale di essere riconosciuti come genitori legali, senza necessariamente avviare procedure di adozione. In questo caso se il tribunale ritenesse idonea la coppia, ad un primo certificato di nascita con il nome della madre, si sostituirebbe un secondo documento con i nomi dei nuovi genitori.

Ti suggeriamo anche  Rose rainbow per San Valentino: la campagna di solidarietà per i senzatetto LGBT