Un milione di presenze per un Europride da record

di

Tantissime presenze e un record di visibilità per la manifestazione dell'Europride che è culminata con l'esibizione di Lady Gaga ma che è partita il 1 di giugno con...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3069 0

Non solo Lady Gaga, anzi. L’Europride 2011 è stato caratterizzato dal milione di presenze registrato dagli organizzatori. Un corteo che ha coinvolto Roma e i romani nella parata partita da piazza dei Cinquecento, che è passata per via Cavour ed è arrivata fino al Circo Massimo dove si è esibita la popstar americana. Mezzo milione di persone sono state protette da 200 uomini della Protezione Civile, e dai vigili urbani che per l’occasione sono stati raddoppiati.

Orsi, leather, genitori gay con i figli e genitori etero con i figli gay, Gay, lesbiche, bisex e trans hanno sfilato chi sui carri – 39 in tutto – e chi a piedi macinando con forza di volontà migliaia di chilometri sotto un sole non previsto e che sembrava essere orgoglioso di farsi vedere. Largo alle proteste verso i protagonisti più omofobi del centrodestra ma anche slogan contro il Vaticano. Forza Nuova ha tentato un blitz cercando di srotolare 3 striscioni giù dagli archi del Colosseo. Sono stati i manifestanti ad impedire ai militanti di appendere i loro slogan omofobi. Insieme a La Destra e Militia Christi si erano trovati al Campidoglio, in appena quaranta persone, per manifestare contro l’Europride al grido di "Viva Cristo Re". In serata si è appreso che un altro tentativo, più violento, è stato fermato dagli uomini in borghese della Questura. Circa 15 persone si era radunato, munito di caschi e di uno striscione recante la scritta Foro 753 Circolo Farenheit. Alla vista degli agenti il gruppo si è dileguato.

Fra i politici presenti Paola Concia, Nichi Vendola, Ivan Scalfarotto e Marco Pannella. Presente anche Renata Polverini, governatrice della Regione Lazio che però è stata fischiata dal pubblico. "E’ la democrazia", è stata la sua reazione. Il comitato organizzatore si è detto estremamente soddisfatto di come si sono svolte le cose ad iniziare dal Pride Park che dal 1 giugno è aperto nel cuore della città, in piazza Vittorio Emanuele e che domani, domenica, chiuderà i battenti.

Indubbiamente, vista l’attesa per il concerto al Circo Massimo, l’operazione Lady Gaga è stata decisiva per la riuscita di un successo che è stato anche mediatico. Raramente accade che tutti i telegiornali diano la notizia del Gay Pride. Quest’anno nessuno si è permesso di ignorare l’evento. A questo proposito, Rainews ha avuto in esclusiva il diritto di trasmettere integralmente l’esibizione di Lady Gaga. Alle altre emittenti è stato consentito soltanto di riprendere la popstar per 30 secondi.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Il 14 ottobre 1979 si celebrava il primo gay pride a Washington DC
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...