Un raduno per bimbi con sessualità “non convenzionale” diventa mostra

di

Una mostra, un libro e una fondazione. E' l'idea maturata dalla fotografa Libby Morris che ha partecipato ad un raduno per bambini di genere "non convenzionale" e i...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
833 0

Durante un raduno per ragazzi con una identità di genere ritenuta non convenzionale e per i loro genitori, i piccoli ospiti hanno avuto la possibilità di esprimere se stessi liberamente, senza sentirsi vincolati al genere che nella vita quotidiana viene loro attribuito in base alla nascita. Con i ragazzi e le loro famiglie c’era anche la fotografa Libby Morris che ha scattato foto per documentare la vita durante il raduno. Intitolato “Tu sei tu” (“You are you”), il raduno aveva lo scopo di celebrare questi ragazzi e i loro genitori dando loro la libertà che altrove non hanno.

La fotografa Morris ha spiegato che i piccoli ospiti hanno potuto abbassare la guardia per quattro giorni in cui erano circondati solo dai membri della loro famiglia che li supportano.

“Sentiamo così tante storie a proposito di bambini lgbt vittime di bullismo e depressione che arrivano al suicidio – ha detto Morris -. Questa invece è una nuova storia. Non è una tragedia”.

Morris intende realizzare un libro con i suoi scatti, oltre che una mostra. Infine vorrebbe dare vita anche ad una fondazione che renda queste giornate accessibili a ragazzi che altrimenti non potrebbero usufruirne.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   TDoR: la giornata internazionale per ricordare le vittime di transfobia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...