Unioni civili: a rischio il ddl per il no dei 5 Stelle sul canguro?

Da seduta chiave in triste teatrino. Il commento di Gabriele Piazzoni (Arcigay)

Nulla di fatto. E la preoccupazione viva, cocente anche perché già vissuta, che per l’ennesima volta i nostri diritti, le nostre istanze, le nostre famiglie ed i nostri figli vengano stritolati nel gioco delle parti ed in questo caso da un Movimento Cinque Stelle che, nostro alleato almeno sulla carta, oggi è sembrato a tratti preferire di mettere in luce le difficoltà interne al Partito Democratico anziché tirare dritto al risultato. Ma andiamo per ordine, partendo dalla nostra diretta dal senato di oggi.

La seduta si è aperta, sotto la Presidenza di un fermissimo Pietro Grasso, con la sfilata dei soliti noti, contrarissimi alle unioni civili e perciò anche all’emendamento “super-canguro” del senatore cosiddetto Andrea Marcucci che, se approvato, avrebbe tolto di mezzo gran parte degli emendamenti ostruzionistici presentati dalla Lega Nord. A inizio seduta, Centinaio, il capogruppo della Lega Nord, dopo aver traccheggiato per settimane, annuncia all’improvviso che è disposto a rinunciare a 4.500 emendamenti pur di veder fallire il canguro: ne rimangono comunque circa 600, gli ricorda il capogruppo del PD, Luigi Zanda, in un accorato intervento che ripercorre il tempo inutile speso in Commissione proprio per quell’ostruzionismo che oggi si ripete nell’aula del Senato. E’ per questo, aggiunge Zanda, che il PD insiste sul canguro.

Poi la sorpresa, in parte anticipata dalle agenzie. Interviene Alberto Airola, senatore dei 5 Stelle, il “pasionario” grillino sulle unioni civili. “Questo è un Parlamento che non si assume le sue responsabilità e gioca sulla pelle delle persone. Andiamo avanti con il voto palese dei 500 emendamenti. Prendetevi le vostre responsabilità”, ha detto il senatore M5S. “Se finirà che è colpa nostra me ne assumerò la responsabilità ma i cittadini là fuori sapranno benissimo che non è così”, ha aggiunto. Tra coloro che si sono andati a congratulare dopo il discorso di Airola, il Senatore Quagliariello: detto tutto, almeno così sembrerebbe.

Ma non è finita. Perchè sulla richiesta della senatrice De Petris, l’aula vota la sospensione della seduta: è evidentemente necessario prender tempo, per tentare di far cambiare idea ai grillini o al Partito Democratico. “Comprendo il travaglio di chi dice voglio che sia fatta la legge ma che non si facciano strappi procedurali”, ha dichiarato la senatrice di Sel Loredana De Petris. “Spero – ha aggiunto – che questa riflessione sulla procedura serva anche ai senatori del Pd. Chiedo di sospendere, di non arrivare in questo momento al voto. Faccio un appello a essere ragionevoli. Con una riflessione pacata si potrà raggiungere qualche ora di riprendere la via maestra” sulle unioni civili. E, sorprendentemente, sono proprio i grillini a votare a favore della sospensione della seduta, insieme al PD. Tutto rimandato a domani, quindi: speriamo che la notte porti davvero consiglio. A tutte e tutti. Perchè come al solito in mezzo ci siamo noi.

3 commenti su “Unioni civili: a rischio il ddl per il no dei 5 Stelle sul canguro?

  1. Io la vedo così: se qui non succede
    qualcosa, (e molto presto pure!) che faccia passare questo ddl (che, bisogna
    ammetterlo, è un contentino, ma sempre meglio di niente), la Chiesa farà
    sicuramente in tempo ad introdurre il matrimonio per i preti, mentre l’Italia
    sarà ancora lì a discutere (o anche no, perché magari nel frattempo torna ad
    essere una non priorità del Paese) di unioni civili omosessuali e di stepchild
    adoption (avendo cambiato nome ad entrambe le cose almeno 10 volte nel
    frattempo)…

    Perciò: Senatori? C’amma fa? Ce la possiamo fare a decidere prima
    dell’Apocalisse?

    Grazie!

  2. BASTA PROPAGANDA FILO RENZIANA……………………..VOI DI GAY.IT SIETE RIDICOLI E SEMPRE PIU’ UN SITO DI
    PROPAGANDA PD. I 5 STELLE SONO SEMPRE STATI CONTRARI SIA AL VOTO SEGRETO CHE AL
    CANGURO, QUESTE DUE PRATICHE PARLAMENTARI LE HANNO SEMPRE CRITICATE IN OGNI
    OCCASIONE………………………… NON CAPISCO PERCHE’ ADESSO AVREBBERO
    DOVUTO VOTARE A FAVORE DEL CANGURO (PER FARE UN FAVORE A GAY.IT) MENTRE SE SI
    DICHIARANO CONTRARI AL VOTO SEGRETO VA BENE…………………………FATE
    SOLO DISINFORMAZIONE PER FAVORIRE IL PD.
    RIPETO: I CINQUE STELLE HANNO SEMPRE BOCCIATO LE PRATICHE DEL CANGURO (COSA CHE
    VORREBBE GAY.IT MA QUANDO SI TRATTAVA DI VOTARE ALTRE LEGGI CHE NON
    RIGUARDAVANO I GAY VENIVA CRITICATA) E DEL VOTO SEGRETO. NESSUNA MARCIA
    INDIETRO MA SOLO UN COMPORTAMENTO COERENTE E LINEARE…..BASTA PROPAGANDA

Lascia un commento