Usa: costa troppo escludere gay dalle forze armate

di

Secondo una recente inchiesta, le forze armate Usa avrebbero speso circa 190 milioni di dollari per rimpiazzare i militari omosessuali cacciati negli ultimi dieci anni.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1160 0

WASHINGTON – Secondo una recente inchiesta del Government accountability office (il corrispondente Usa della Corte dei conti) le forze armate Usa avrebbero speso circa 190 milioni di dollari per arruolare e addestrare personale sostitutivo che rimpiazzasse i militari omosessuali cacciati negli ultimi dieci anni. Lo riporta la Washington Post. Nell’arco di questo periodo sono state allontanate dalle varie armi circa 9.488 persone tra gay, lesbiche e transessuali: tra loro più di 750 ricoprivano posizioni di rilievo e molti avevano seguito corsi di lingue fondamentali per la lotta al terrorismo. Partendo da queste considerazioni, la Washington Post definisce il “gay-ban” (la legge Usa che impedisce agli omosessuali di entrare nelle forze armate) un provvedimento autolesionista, in quanto scoraggia le persone intenzionate a servire il loro paese proprio in un momento in cui la nazione ha estremo bisogno di soldati.

Leggi   Silvana De Mari contro Luca, il padre gay: 'Si trovi una donna'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...