Usa: niente permesso di soggiorno per coniugi gay stranieri

di

Nonostante ilmatrimonio gay sia legale in sette stati e riconosciuto in otto, per via del Defence of Marriage Act i coniugi stranieri non vengono riconosciuti e non ottengono...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1667 0

Il matrimonio gay è ormai legale in sette stati americani (Connecticut, District of Columbia, New York, Iowa, Massachussets, New Hampshire, Vermont), ma partner stranieri di gay americani non possono ottenere il permesso di soggiorno sposandosi. La responsabilità di questo paradosso è dell’ormai noto DOMA, il Defense of Marriage Act, la legge varata nel 1996 che impedisce al governo federale, l’unico che può concedere il permesso di soggiorno, di riconoscere i matirmoni dello stesso sesso.

Così cinque coppie legalmente sposate hanno presentato ricorso contro questa legge alla corte distrettuale di New York, con il sostegno di Immigration Equality, organizzazione per la difesa dei diritti dei gay concentrata sui problemi degli immigrati. "Sono una cittadina di questo paese come chiunque altro" rivendica, parlando con il New York Times, Heather Morgan, che ha presentato il ricorso insieme alla moglie Maria del Mar Verdugo Yanez, spagnola.

Non a caso, la comunità lgbt statunitense sta conducendo una dura battaglia contro il DOMA e porprio su questo attende una presa di posizione del presidente uscente (e ricandidato) Barack Obama. Ora, se la coppia vincerà il ricorso, e se questo dovesse avvenire entro le elezioni presidenziali di novembre, Obama avrebbe una sponda in più per chiedere definitivamente l’abolizione del DOMA.

Leggi   Portavoce di Trump allontanata da un ristorante, la titolare: "L'ho fatto per i miei dipendenti gay"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...