USA: Obama avanza e Hillary si ricorda dei diritti dei gay

di

Incalzata da un giornalista, l'aspirante prima donna presidente degli States ha dichiarato di essere assolutamente a favore dei diritti dei gay, unioni civili comprese. E polemizza con Obama.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1034 0

Il Washington Blade ha pubblicato un’intervista realizzata in esclusiva da Kevin Naff alla candidata alla Casa Bianca per il partito democratico statunitense Hillary Rodham Clinton nella quale la senatrice dichiara il suo "forte" supporto in favore dei diritti dei gay. Ha dichiarato di essere a favore di un’estensione federale del riconoscimento delle coppie dello steso sesso, l’abrogazione del "Don’t Ask, don’t Tell" e ha respinto le accuse rivoltele dai sostenitori del candidato avversario Barack Obama secondo i quali l’ex first lady non si esprime abbastanza chiaramente riguardo alle tematiche gay. 

"Parlo spesso dei problemi dei gay – ha dichiarato -. Sono amica della comunità LGBT da lungo tempo e parlo dei loro problemi dal 1999 quando mi sono candidata per la prima volta al senato e sono stata considerata la prima ad avere detto chiaramente che il ‘Don’t Ask, Don’t Tell’ era da abrogare. Parlo a favore dell’abolizione di ogni forma di discriminazione continuamente". Hillary ha anche risposto a chi dichiara che Obama parla più facilmente di tematiche gay anche difronte a platee non gay. "Lo trovo abbastanza ironico – ha commentato la senatrice – dal momento che il senatore Obama si è fatto accompagnare nel suo tour gospel in South Carolina da Donnie McClurkin". McClurkin, un sacerdote di colore che ha partecipato al tour gospel nell’ambito della campagna elettorale a sostegno di Obama, si dichiara un "ex-gay". 

La candidata alla presidenza ha anche dichiarato che se verrà eletta, sarà il primo presidente degli Stati Uniti a marciare in un Gay Pride e che non ricorda di aver sentito nel recente video dell’ex vicepresidente Al Gore sostegno ufficiale ai matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...