USA: polizia filma atti osceni nei bagni pubblici

Un uomo è stato giudicato colpevole di atti osceni in luogo pubblico da un tribunale americano, dopo essere stato filmato in un bagno pubblico.

Un uomo è stato giudicato colpevole di atti osceni in luogo pubblico da un tribunale americano, dopo essere stato filmato in un bagno pubblico.

James Henry era uno dei 13 uomini arrestati dopo che la polizia li aveva filmati di nascosto per un periodo di sei mesi in un bagno pubblico su una autostrada. Henry è stato l’unico a opporsi all’uso del video come prova da parte della polizia. E’ stato comunque riconosciuto colpevole dal tribunale della Contea di Jefferson, nell’Ohio.

Henry, 45 anni, che si dichiara innocente, ha protestato affermando che le videocamere segrete violavano il suo diritto alla privacy.

Storie

Picchiato a sangue: aggressione omofoba contro 29enne

Nel ragusano, sabato pomeriggio. Non è la prima volta che il ragazzo è il bersaglio di omofobi nella sua città.

di Redazione