Utha: deputata lesbica incinta del figlio di una coppia gay

Ha scelto di farsi inseminare con il seme di un amico gay per aiutare lui e il suo compagno ad avere il figlio che la legge del suo stato gli nega. Lo Utha è lo stato più conservatore degli Usa.

Lo Utha è conosciuto per essere forse il più conservatore degli Stati Uniti. Fondato dai mormoni, la sua vita politica e sociale è fortemente influenzata dalla religione e dalla chiesa. Naturalmente, la legge dello Stato non prevede alcun riconoscimento per le coppie gay e neanche per quelle etero non sposate.

Tra i deputati nazionali, però, c’è Christine Johnson, 41 anni e lesbica dichiarata, che sta facendo parlare di sé per avere annunciato di essere incinta in seguito ad una inseminazione artificiale effettuata con lo sperma di un suo amico gay che, con il compagno, intende avere un figlio. Chrsitine ha dichiarato di avere scelto di portare avanti la gravidanza per aiutare i suoi amici cui la legge impedisce di adottare un bambino.

La Johnson ha già una figlia di 17 anni, nata da un suo precedente matrimonio. In un’intervista rilasciata al locale Salt Lake City Tribune, la deputata ha dichiarato di essere convinta che i suoi amici saranno "dei genitori meravigliosi. Il sesso o le preferenza sessuali – ha aggiunto l’onorevole – sono meno importanti della capacità di accogliere dei figli in un ambiente affettuoso". La donna,che intende ricandidarsi alle prossime elezioni, ha detto di volere essere come una zia per il bambino che nascerà e che sarà informato sull’identità della sua mamma biologica. L’uomo che ha donato il seme, sarà riconosciuto come padre biologico, con tutti i diritti che la legge prevede per i genitori, mentre al suo compagno è vietato adottare il piccolo. I due si sono sposati in California nel breve periodo in cui il matrimonio tra persone dello stesso sesso è stato legale, ovvero prima dell’approvazione della famigerata Proposition 8.