Valerio Pino: “Hanno cercato di violentarmi” #intervista

“Hanno cercato di violentarmi, drogarmi e farmi prostituire. Ora voglio cambiare Paese!”

Fermi tutti: è tornato Valerio Pino. L’ex amico di Maria De Filippi, dopo un passato piuttosto borderline, vuole lasciare la sua amata Spagna per ripartire, una volta per tutte, da zero. Vuole andare definitivamente in un Paese dove non lo conosce nessuno. Il perché? E’ difficile da spiegare, ma in questi ultimi mesi, all’ex (presunto) fidanzato di Ricky Martin, è successo davvero di tutto. Gli è stato chiesto di prostituirsi dalla sua agente, è stato derubato, ha rischiato di essere stuprato da un noto giornalista spagnolo ed è stato persino drogato a sua insaputa. Nel frattempo è diventato vegano, sta cercando di far pace con la mamma, è diventato single e mette fine a tutte quelle inutili polemiche sulla querelle con Maria de Filippi. Quando lo contatto, il ballerino divenuto negli ultimi anni una web (hot) star, si racconta come non ha fatto mai, mostrando un lato diverso e totalmente inaspettato..

“Partire per ricominciare” cantava qualcuno. Il vero motivo per il quale sta abbandonando la Spagna?

In Spagna ho vissuto degli anni bellissimi, ed ho avuto delle grandi soddisfazioni a livello lavorativo. Purtroppo, assieme a tante cose belle, ci sono stati diversi brutti episodi che mi hanno fatto stare molto male. Ora ho messo in vendita il mio appartamento, con la speranza di andar via il prima possibile.

E quali sarebbero stati questi brutti episodi?

E’ la prima volta che ne parlo, perché sono cose che mi fanno molto vergognare.

Prego..

Ti suggeriamo anche  Gf Vip, Marco Predolin a Lorenzo Flaherty: "Sei troppo uomo, non ti fai schifo?"

Dopo il mio primo lavoro importante in Spagna, firmai un contratto con una manager che mi era stata consigliata da Antonia Dell`Atte. Questa manager, un giorno, nella sua agenzia, mi offrì un lavoro mercenario. Voleva che io mi prostituissi. Non appena si concluse il contratto, ovviamente, non lo rinnovai. Poco dopo, un’altra agente, mi rubò dei soldi e fui così costretto a denunciarla, ma l’episodio di novembre è stato senza dubbio il peggiore di tutti. Un giornalista spagnolo, molto conosciuto, mi invitò a bere una cosa in un locale. Accettai, ordinai un cocktail ed iniziammo a parlare. Poi, dopo il primo drink, decise di portarmi in un altro posto. Si trattava di una piccola discoteca “bear”, in centro. Ordinò un altro drink per entrambi, dove credo sia stato mischiato dell’altro. A partire da quel momento ricordo solo cose assurde.

Tipo?

Slinguazzate, vere e proprie, alle mie orecchie e mani in mezzo alle gambe.

E lei?

In quel momento era come se non rispondessi di me. Non riuscivo ad avere il controllo della situazione e ricordo, che da lì a poco, mi portò in un altro locale con delle cabine oscure. Credo fosse un locale dove si fa del cruising. Ricordo solo che voleva fare sesso a tre. Mi avrà sicuramente drogato e, nelle sue intenzioni, avrebbe voluto abusare del mio corpo. La colpa, a dir la verità, fu anche la mia.

Perché?

Ti suggeriamo anche  Irene Ghergo: "Ho infrocito la tv! I gay? Il mio miglior investimento"

Perché era mezzo ubriaco e drogato. Me ne sarei dovuto accorgere sin da subito, ma sono stato tranquillo perché, vedendolo tutti i giorni in tv, non pensavo potesse mai arrivare a così tanto. Qualche giorno dopo ho pensato di denunciarlo, ma non volevo più scandali nella mia vita. Allora, se non le dispiace, ne approfitterei per dare un consiglio a tutti.

Quale?

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio.

Ma il giornalista è riuscito ad abusare di lei?

Per fortuna, no.

Mi scusi: dove vorrebbe andare ora?

Voglio trasferirmi in un posto dove non mi conosce nessuno. Voglio andare in un Paese dove non sono famoso!

Nasce ballerino per diventare, in un secondo momento, una (hot) star del web. Si può riacquistare la credibilità persa?

Nel mio caso no. Quelle foto sono state l’alibi perfetto per potermi sminuire e screditare continuamente. Se fossi nato donna e avessi fatto un filmino porno amatoriale o se fossi andato ad Arcore, sarei tutti i giorni in tv. E magari sarei anche apprezzato ed ammirato.

Diciamoci la verità: con il senno di poi, si è pentito di tutte quelle foto e di quei tanti tweet a luci rosse?

Con la consapevolezza di oggi, non lo rifarei. I momenti cambiano e, a volte, anche le persone. Invece, nel mio caso, vedo che è stato tutto talmente tanto grave da non poterlo più dimenticare. E’ come se avessi ucciso qualcuno. Pazienza, me ne farò una ragione.

Aveva persino parlato di un film porno girato a Miami, di un flirt con Ricky Martin, di un matrimonio mai portato a termine e di una querela da parte di Maria De Filippi. Posso dirle una cosa: ma chi gliel’ha fatto fare?

Ti suggeriamo anche  Sesso gay nei bagni pubblici: inaugura la mostra

Guardi che non c`e stata nessuna querela fatta dalla De Filippi. Comunque, la prossima volta, magari in un’altra vita, me ne andrò in un convento, isolato dal mondo, in modo tale da non disturbare più nessuno.

In passato, in un’intervista, ha ammesso che sua mamma, dopo tutto quello che ha fatto e detto, si vergogna di lei. Come sono i vostri rapporti oggi?

Proprio l’altro giorno mi rimproverava di quelle maledette foto hot che, tuttora, circolano sul web. Ed è stato inevitabile discutere e litigare. Pensi che, ancora oggi, mette in discussione la mia serietà.

In tutto ciò è anche diventato vegano..

Non sono anche vegano, sono soprattutto vegano. Questa scelta ha cambiato la mia vita in meglio.

Oggi è single. Non pensa che il suo passato, piuttosto burrascoso, possa essere un limite per nuove conoscenze?

Credo che, un uomo intelligente, debba andare oltre certi preconcetti. Credo anche allo stesso tempo che sia giusto conoscermi personalmente prima di giudicare. Anche se, a dire il vero, in questo momento della mia vita ho solo bisogno di stare solo.