Vendola: “Contento di aver parlato di nozze e adozioni”

Intervistato da Massimo Giannini su RepubblicaTV, il leader di Sel dice che è grazie alle sue provocazioni se adesso è difficile trovare qualcuno contrario al riconoscimento delle coppie gay.

Non torna indietro di un passo, Nichi Vendola, a proposito di coppie gay e adozioni. "Sono contento di aver fatto quella provocazione, dicendo che volevo sposarmi e adottare un figlio – ha dichiarato il leader di Sel e candidato alle primarie del centro sinistra a RepubblicaTV -. Questo, nel dibattito pubblico, ha spostato in avanti la scena della politica, oggi è difficile trovare qualcuno che sia contrario al riconoscimento delle coppie di fatto". L’intervista a Vendola arriva il giorno dopo di quella fatta, sempre dal vicedirettore Massimo Giannini, a Matteo Renzi che ha ribadito il suo favore ad una forma di civil partnership "all’inglese". 

"Non è un problema privato il mio diritto a sposarmi – ha aggiunto il governatore della Puglia – ma è un problema di una società pluralista dove devono essere garantiti a tutti eguali e interi diritti".

Intanto su Twitter è diventato virale l’hashtag #AttaccaRenzi che richiama alla mente i tweet #colpadipisapia nati in seguito all’accusa rivolta al suo avversario dalla sindaca uscente di Milano Letizia Moratti di aver rubato un’auto. La reazione in chiave ironica a quell’accusa fu l’inizio di un trende decisamente positivo per il candidato del centrosinistra che, com’è noto, mancò di un pelo l’elezione al primo turno trionfando al secondo.

Ti suggeriamo anche  Tom Daley e il marito scelti come testimonial della Pampers