Vendola: si stava meglio con la DC

“Si stava meglio con De Gasperi”. Lo afferma a “La Stampa” il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, commentando così l’intervento del presidente del Senato, Marcello Pera, sulle nozze gay.

ROMA – “Si stava meglio con De Gasperi”. Lo afferma a “La Stampa” il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, commentando così l’intervento del presidente del Senato, Marcello Pera, sulle nozze gay. “Davanti a queste parole di Pera sui matrimoni gay -dice Vendola- vengono in mente un mucchio di considerazioni malinconiche. La prima è che la Dc, il contenitore politico dell’unità dei cattolici, non è mai arrivata a pronunciare frasi così”.

“Non solo la Dc di Dossetti -sottolinea Vendola- anche quella di De Gasperi. Anzi la Dc è sempre stata un discreto garante della laicità dello stato, che solo quella grande formazione politica poteva tutelare dentro il quadro determinato dalla guerra fredda”.

“Oggi invece -aggiunge ancora- il dibattito è stato appaltato, ai saldi, al magistero etico della Chiesa cattolica, per la quale il pluralismo è concesso, sì, però solo come una tecnica politica, un modo per avere una dialettica tra partiti; mentre sulle questioni di coscienza bisogna adeguarsi”.