Verona: insulti e schiaffi in piazza a coppia gay

I due insultati e aggrediti davanti a decine di persone in piazza Bra.

A dare notizia dell’ennesimo episodio di omofobia accaduto nel nostro Paese è il sito de L’Arena: lo scorso weekend una coppia gay a Verona è stata insultata e aggredita davanti a decine di persone in piazza Bra, a causa dell’orientamento sessuale. 

Le vittime sono A.A., 59 anni, e A.G., di 23, imprenditori residenti nella provincia del capoluogo veneto. L’aggressione si è verificata sabato sera, poco dopo le 23. I due uomini – che si sono sposati in Spagna alcuni mesi fa – stavano passeggiando mano nella mano tra le strade del centro. Fino a pochi minuti prima erano stati in compagnia di alcuni amici in una gelateria di via Roma, e in quel momento dall’Arena di Verona arrivavano ancora le note dell’Aida diretta dal maestro Daniel Oren.

Una serata d’estate come molte altre, fino a quel momento. Purtroppo però la normalità è stata spazzata via di colpo quando, arrivati davanti alla Gran Guardia, lato Orologio, i due sono diventati bersaglio di dileggio, insulti omofobi e schiaffi da parte di un gruppetto di ragazzi seduti su alcuni blocchi di cemento (messi lì come misura preventiva per proteggere il Liston da eventuali attacchi terroristici).

Quella stessa notte la coppia ha deciso di presentare denuncia contro ignoti negli uffici della questura e sui fatti sta ora indagando la Digos.

Per capire la dinamica precisa dell’aggressione saranno esaminate le immagini registrate dalle telecamere che si trovano in zona, strumento ormai sempre più utilizzato per assicurare alla giustizia molestatori e delinquenti. 

Ti suggeriamo anche  Neonazista pianificava strage ad un Pride inglese

8 commenti su “Verona: insulti e schiaffi in piazza a coppia gay

  1. Al di là del fatto accaduto, orribile come ogni volta che succedono queste aggressioni assurde mi chiedo…
    23 e 59 anni? Ok che uno può fare quello che vuole, ma possibile che nella comunità gay esistono un sacco di coppie con una differenza di età così enorme? Uno potrebbe essere il nonno dell’altro!
    Mi immagino gli interessi in comune di 2 persone che hanno almeno 2 generazioni di distanza! Ne ho viste un sacco fuori dai locali gay, quando ero piccolo e cercavo di accettarmi ero terrorizzato dal fatto che credevo la normalità fosse questa, e l’idea di mettermi con un nonno mi faceva più schifo dell’idea di andare con una donna!

    1. cioè, veramente, della notizia per te è rilevante solo questa storia dell’età? ma saranno anche ca##i loro, no?

      se fossero una coppia etero non ti saresti immedesimato a tal punto, no?

      1. Ma hai letto bene? Sono gay anch’io, gli etero mi fanno schifo a prescindere dalla differenza di età! Ho solo evidenziato come nel mondo gay purtroppo questa cosa sembra quasi la normalità.

        1. Non capisco in che cosa debba con sistere il peccato della loro differenza d’età. Questo modo di pensare è le triste, becera e criminale tradizionale influenza cattolica ormai diventata roba da psicanalisi, se non psichiatri.Ognuno deve essere libero di stare con chi vuole e l’età non vedo che cosa debba averci a che fare. Ti consiglio di esaminare a fondo te stesso e di liberarti da tutti quei condizionamenti inconsci, che maledetti duemila anni di chiesa cattolica ti hanno imposto. solo per renderti infelice: Credimi, ne vale la pena. Stena mona ceo!

          1. Ma perché la gente nel 2018 non ha ancora imparato a leggere bene prima di rispondere?
            Ho mai parlato di “peccato” in senso cattolico di differenza di eta? Mai detto, anzi cito le mie testuali parole “ok che uno può fare quello che vuole” -> ovvero tradotto, quello che segue è il mio giudizio SOGGETTIVO, ovvero a me farebbe schifo stare con un nonno…
            Secondo, influenza cattolica dove? Io non sono minimamente credente, sono gay e contro la chiesa che ci reprime e rifiuta… Non esiste persona più lontana di me dalla chiesa cattolica proprio… Ho solo espresso il mio pensiero, e riportato un fatto del mio passato, ovvero che questa cosa della differenza di età enorme mi ha creato problemi di accettazione in passato perché credevo fosse la normalità e la cosa mi lasciava deluso, perché io non andrei mai con una persona che ha il triplo dei miei anni, piuttosto con una donna per quanto la patata mi faccia schifo! Poi se una persona non può esprimere in modo educato la propria opinione allora quello che reprime le libertà altrui non sono di certo io!

          2. C’è una bella differenza tra dire che a te non piace stare con una persona molto più vecchia di te e lo sminuire le relazioni degli altri.
            Se a te non piace stare in una coppia con una differenza d’età elevata è comprensibile, sono gusti soggettivi, ma sminuire le relazioni degli altri senza conoscerle perché non rientrano nei tuoi paragoni di relazione, non è una cosa intelligente e tollerante. Sicuramente anche sulle relazioni che instauri tu qualcuno che ti conosce potrebbe trovare da ridire, quindi non è il caso di sospendere il giudizio, visto che non sono cose che ti riguardano?

            Inoltre non so chi e cosa frequenti, ma io di coppie con una grossa differenza d’età non ne conosco tante e anche se lo sono, sono adulti dai 30 anni in sù.

  2. Un volta si diceva del Veneto che fosse solo la sagrestia della chiesa cattolica, a causa della sua bigotteria criminale: A quanto pare, i tempi non sono cambiati e l’esistenza di tale gente ricopre di una pessima fama una città che forse per altri meriti e non demeriti potrebbe essee fiera di se stessa, oltre alla presenza di una classe politica che è razzista e omofoba a causa della sua incalcolabile e abissale ignoranza, che ne causa il discredito.

Lascia un commento