Verona, in centinaia mano nella mano per dire basta all’omofobia

di

Oltre 300 persone sono scese in strada, a Verona, per sostenere Angelo Amato e Andrea Gardoni, coppia gay più volte aggredita.

CONDIVIDI
311 Condivisioni Facebook 311 Twitter Google WhatsApp
959 0

‘Mano nella Mano contro l’Omofobia‘, manifestazione organizzata a sostegno di Angelo Amato e Andrea Gardoni, coppia gay più volte aggredita a Verona, ha visto oltre 300 partecipanti scendere in strada, nella giornata di sabato.

Il nostro amore brucia più forte di tutta la violenza, di tutto l’odio e di tutta la xenofobia“, recitava lo striscione che ha aperto il corteo, che ha visto proprio Angelo e Andrea in prima fila, senza paura e a testa alta, dopo la duplice aggressione subita nel corso di poche settimane.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Questo paese deve cambiare e dobbiamo farlo cambiare noi. Dobbiamo metterci tutta la forza perché quello che è successo a me e ad Andrea non deve più succedere“, ha urlato Angelo, che ha sfilato per le strade della città mano nella mano con l’amato. Sposi in Spagna, i due erano stati aggrediti una prima volta in piazza Bra, a Verona, in pieno agosto. Poche settimane fa il bis, con taniche di benzina sulla porta di casa e scritte infamanti all’esterno del palazzo. Gli autori di questa seconda aggressione, che sarebbe potuta sfociare in un vero e proprio omicidio, sono ancora a piede libero.

Foto copertina: Erreti via Pianeta Milk – Verona Lgbt Center arci-arcigay

Leggi   Coppie gay pestate per un bacio e un abbraccio in strada: allarme omofobia a Parigi
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...