Veronesi: “Quello gay amore più puro”. Giovanardi: “Delira”

di

A margine di una conferenza, l'oncologo ha dichiarato che quello omosessuale è un amore più puro perché non strumentale alla procreazione. E Giovanardi lo candida al premio "delirio...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2100 0

"Quello omosessuale è l’amore più puro, al contrario di quello eterosessuale, strumentale alla riproduzione". Cpn queste parole, l’oncologo ed ex ministro della Sanità Umberto Vernesi interviene a gamba tesa nella polemica scatenata dall’ormai famoso (e smentito) video del sindaco di Sulmona e dalle dichiarazioni di quello di Bologna. "Io, come potete immaginare – ha detto Veronesi, a margine di una conferenza per presentare la sua iniziativa ‘The future of science’ – la penso all’opposto (di Federico e Merola, ndr): l’omosessualità è una scelta consapevole e più evoluta. L’amore omosessuale è quello più puro; in quello eterosessuale, invece, una persona direbbe ‘io ti amo non perchè amo te, ma perchè in te ho trovato la persona con cui fare un figlio. Nell’amore omosessuale invece non accade: si dicono ‘amo te perché mi sei vicino, il tuo pensiero, la tua sensibilità e i sentimenti sono più vicini ai miei’. Quindi sono sul fronte opposto anche ideologicamente rispetto a Merola".

Veronesi ha poi continuato dicendo che "è difficile dire se la chimica abbia un ruolo nella sessualità. Avere qualcosa di chimico dentro vorrebbe dire che uno è predisposto, e che geneticamente nasce così: questo non lo penso. La sessualità si diffonde in rapporto agli stili di vita, alla cultura del momento, è anche un atteggiamento contagioso. In certi ambienti è molto frequente perché si scopre che è una forma di amore che può essere interessante esplorare". Infine, per quanto riguarda i casi di omosessualità che si ritrovano anche tra diverse altre specie animali, Veronesi ha precisato che "lì vediamo solo un’espressione sessuale, non vediamo il loro pensiero; non credo però che la loro sia lo stesso tipo di omosessualità: quello è un bisogno di ottenere un rapporto sessuale, come l’onanismo".

Puntuale e immancabile, è arrivato tramite le agenzie di stampa il commento del sottosegretario con delega alla Famiglia Carlo Giovanardi.

"Vasco Rossi e Umberto Veronesi sono in corsa per il premio ‘delirio d’estate’, il primo per aver definito vergognose le leggi che impediscono di guidare ubriachi, il secondo per aver definito il rapporto omosessuale più puro di quello eterosessuale perché quest’ultimo è finalizzato alla procreazione – ha detto Giovanardi -. Per fortuna questi vaneggiamenti non riusciranno a vanificare l’opera di milioni di famiglie e di educatori, che sanno bene che il futuro dei giovani e la sopravvivenza della nostra società dipendono dal saper mettere assieme il rispetto della libertà di tutti ma anche dal non esaltare comportamenti che da un lato mettono a rischio la vita di terze persone e dall’altro non possono essere certamente definiti più evoluti e superiori all’amore che lega un uomo ad una donna".

E prima ancora che le associazioni lgbt, la cui posizione in merito potrebbe sembrare abbastanza scontata, a difesa delle parole di Veronesi si schiera un compagno di partito di Giovanardi, il senatore Raffaele Lauro.

"Le parole di un grande scienziato come Umberto Veronesi, dovrebbero essere definitive sul rispetto che si deve sempre alle persone e alla loro capacità di amarsi, indipendentemente dall’identità di genere – ha dichiarato Lauro che è anche membro della Commissione affari costituzionali di Palazzo Madama -. L’amore tra due persone è un valore assoluto e merita di essere tutelato". "I nostri padri costituenti – ricorda Lauro – con gli articoli 2 e 3 della Costituzione, hanno sancito, dal 1948, i principi di partecipazione sociale e di uguaglianza, senza i quali la nostra Repubblica non sarebbe veramente democratica". "Ma i principi – continua il senatore – vanno concretizzati in norme di legge, che salvaguardino i diritti delle persone, come ho proposto, da mesi, con il disegno di legge sul contratto di mutuo sostegno, che consente l’applicazione, alle coppie di fatto, degli articoli 2 e 3 della Costituzione, senza ledere minimamente il fondamentale istituto della famiglia, costituzionalmente garantito".

Leggi   Torre del Lago, il Comune di Viareggio dice no alla spiaggia gay del MamaMia

"Dai grandi uomini provengono parole di verità e di luce – ha commentato Imma Battaglia, presidente di Di’Gay Project -. Il messaggio di Umberto Veronesi, che lavora sulla vita e per la vita e conosce i meccanismi genetici che governano l’uomo, ci illumina nel profondo. L’amore omosessuale é il piú puro, perchè frutto di scelte al di lá dell’istinto di procreazione".

"Trovo che dichiarazioni di questo tipo siano dannose per la nostra causa – dice Vladimir Luxuria al TgCom -. Io combatto per l’uguaglianza, contro la discriminazione, sia quella in negativo che quella in positivo. L’amore è puro quando è disinteressato, vero e sincero. L’eterosessualità o l’omosessualità non c’entrano per niente. Vorrei ricordare allo scienziato Veronesi che uno dei temi di maggiore attualità è la genitorialità tra le persone dello stesso sesso. Anche noi abbiamo l’istinto alla maternità e alla paternità".

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:
Personaggi:

Commenta l'articolo...