Il nuovo sindaco di Rio de Janeiro è un vescovo che ha dichiarato che l’omosessualità è “un male terribile”

di

Il vescovo ha raccolto il 59,3% del voto popolare.

CONDIVIDI
98 Condivisioni Facebook 98 Twitter Google WhatsApp
3376 0

Il movimento evangelico cristiano ha avuto negli ultimi anni un’impressionante diffusione nell’America del Sud e in particolare in Brasile. Gli evangelici sono, se possibile, ancora più omofobi e conservatori dei cattolici e la notizia di queste ore è che Marcelo Crivella, vescovo della Chiesa Universale del Regno di Dio, nonché esponente della destra brasiliana, ha vinto ieri le elezioni a sindaco di Rio. Il vescovo ha raccolto il 59,3% del voto popolare, una vittoria schiacciante contro Marcelo Freixo, candidato socialista.

Crivella ha un lungo record di atti e fatti anti LGBT: basti ricordare che ha definito gli omosessuali “vittime di un male terribile”. Il nuovo sindaco di Rio si oppone ovviamente a qualsiasi forma di riconoscimento delle coppie omosessuali e di diritti verso le persone LGBT.

L’elezione segna un marcato spostamento a destra dell’assetto politico e governativo dell’importante città brasiliana, senza dubbio legato alla crisi economica e agli scandali di corruzione legati anche alla sinistra, che hanno portato alla defenestrazione dell’ormai ex Presidente Dilma Roussef.

Gli effetti di questa elezione del nuovo sindaco di Rio saranno tutti da capire, visto che la comunità LGBT della città è particolarmente vitale, esattamente come il Gay Pride che viene organizzato ogni anno, che è uno dei più grandi e importanti del Sud America.

Leggi   Leo Varadkar, il premier irlandese si scusa con i gay perseguitati dalle leggi omofobe - video
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...