Via la fedeltà anche dal codice civile: presentata proposta in Senato

La proposta di legge arriva da Monica Cirinnà e da altri 6 senatori del PD

La senatrice Monica Cirinnà con altri cinque senatori del Pd ha presentato in Senato giovedì un disegno di legge per cancellare dal codice civile il riferimento all’obbligo di fedeltà. Preparato dalle senatrici Laura Cantini, Francesca Puglisi, Stefania Pezzopane e dal senatore Mario Morcone, il disegno di legge è stato firmato anche da Giuseppe Lumia e da Sergio Lo Giudice.

Il disegno di legge è di un solo articolo e di una sola riga e viene significativamente presentato il giorno che il Senato si appresta a votare la legge sulle unioni civili che cancella l’obbligo di fedeltà solo per le coppie omosessuali.

“E’ un retaggio di una visione superata e vetusta del matrimonio-spiega Cantini– il giudice non può fondare la pronuncia di addebito della separazione sulla mera inosservanza del dovere di fedeltà coniugale. Inoltre la legge 219 del 2012-sottolinea la senatrice pd- ha superato la distinzione tra figli legittimi e naturali, che rese fondamentale all’epoca l’obbligo di fedeltà tra i coniugi. Da questo punto di vista l’accordo raggiunto sulle unioni civili recepisce un modello molto più avanzato, che dovrà essere recepito dal Codice civile”, conclude la senatrice Cantini

2 commenti su “Via la fedeltà anche dal codice civile: presentata proposta in Senato

  1. Con tutta probabilità questa proposta non andrà da nessuna parte. Sinceramente trovo una vergogna che sia stato tolto dall’unione registrata il vincolo di fedeltà… assieme alle procedure assai sbrigative per lo scioglimento dell’unione, questa mossa serve a svilire per l’ennesima volta i rapporti di coppia tra persone dello stesso sesso, trattarli come instabili per natura, inaffidabili, quindi non meritevoli o comunque meno meritevoli del diritto x o y. Lo si vedrà molto chiaramente già con la questione adozioni… per poter adottare serve stabilità, e potete giurarci che queste cose verranno utilizzate all’ennesima potenza come clava per poter negare alle coppie gay in unione civile la possibilità di adottare e farlo coi medesimi requisiti delle coppie sposate. I bambini hanno necessità di avere un nucleo stabile, ci diranno, e le unioni civili non sono vincoli forti come invece è il matrimonio. Questo accadrà. Tra l’altro, l’obbligo di fedeltà perché mai eliminarlo del tutto? Lo si renda opzionale…

Lascia un commento