Vicenza, gay picchiato e derubato dopo sesso con sconosciuto

L’uomo, 36 anni, è stato portato all’ospedale per essere medicato dopo l’aggressione: il partner voleva essere pagato per il rapporto sessuale.

Il sesso occasionale con uomini anonimi, che arrivi da grindr o sia procacciato in real life, espone a dei rischi: un 36enne vicentino ha dovuto essere soccorso mercoledì notte dalle ambulanze del 118.

L’uomo si era appartato in un palazzo disabitato alla periferia della città per fare sesso con un giovane conosciuto in un bar della zona. Dopo aver consumato il rapporto il ragazzo, descritto come un giovane alto e biondo dell’Est Europa, avrebbe chiesto di essere pagato.

6 commenti su “Vicenza, gay picchiato e derubato dopo sesso con sconosciuto

  1. Davvero? Dite sul serio? Appartarsi per fare sesso in un palazzo disabitato della perifieria con uno sconosciuto può essere pericoloso?

    Chi l’avrebbe detto… ed io che mi credevo che al massimo rischiavo le piattole… e che a Vicenza gli unici in pericolo fossero i gatti…

    1. magari è sposato o fidanzato oppure semplicemente non è dichiarato e teme che con la denuncia possa essere scoperto da familiari, amici e colleghi. Purtroppo c’è tanta gente in quella situazione…

  2. A un mio amico è successa la stessa cosa, ma a pretendere soldi era un magrebino conosciuto su grindr. Diverso però l’esito della vicenda, perchè a finire in ospedale è stato il magrebino, con tanto di trauma cranico e setto nasale rotto ahahah.

Lascia un commento