Vicepresidenza Camera, il PDL candida… una drag

di

Caduta l'ipotesi della Santanché come vice di Laura Boldrini, dopo la nomina di Lupi a ministro, si fa largo il nome di Simone Baldelli, famoso per l'imitazione proprio...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3904 0

Dicono sia rimasta delusa Daniela Santanché quando ha saputo che non sarà lei il nome che Forza Italia proporrà come vice presidente della Camera al posto di Maurizio Lupi. E dire che quando dal PD fecero sapere che si sarebbero rifiutati di votare un nome così divisivo sembrava che il suo partito fosse disposto alle barricate pur di avere un falco come lei in sostituzione della colomba che l’aveva preceduta. E invece, a quanto pare, i tempi sono cambiati in fretta. Serve un’altra colomba, per il partito di Silvio Berlusconi, capace di tenere insieme le larghe intese anziché tentare di affossarle un giorno sì e l’altro pure.

Largo quindi a un giovane poco visibile: Simone Baldelli. Chi? In effetti non è un nome granché noto ai non addetti ai lavori. Il meglio di sé lo ha dato in qualche talk show e nel dibattito sulla legge contro l’omofobia che voleva emendare togliendo una prolina qua e una parolina là per poi svuotarla di qualunque significato. Ma per ricordare a tutti di chi stiamo parlando basterà forse tirare fuori dal cilindro il video che lo ha reso celebre dentro e fuori il Palazzo. Si tratta di una impietosa imitazione di Laura Boldrini, di cui sta per diventare vice, con tanto di trucco e parrucco, intenta a snocciolare i biglietti per l’elezione del Capo dello Stato. La più navigata delle drag difficilmente avrebbe potuto distinguersi da un Baldelli in versione en travesti. Mercoledì niente imitazioni, però. Quando l’aula lo voterà dovrà essere sobrio e lasciare alla pitonessa ormai impallinata trucco, messa in piega e quel tailleur che tanto gli donava.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...