VIENNA ARCOBALENO

di

Un aereo gay per andare all'Europride

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1412 0

Per chi ha nostalgia dei fasti e degli sfarzi del World Pride romano e vuole di più; per chi è sull’onda "Pride", preda degli entusiasmi di ritrovarsi tra migliaia di persone che manifestano per i propri diritti; per chi ama lasciarsi travolgere dalle folle in festa, tra musiche assordanti e costumi sgargianti; per chi ama le feste folli dove è facile incontrare anche persone di altre nazioni; per chi non perde occasione per dichiararsi orgogliosamente gay; per chi è semplicemente in cerca di una meta per il fine settimana, l’appuntamento imperdibile è per l’Europride di Vienna!

Sabato 30 giugno, infatti, la capitale austriaca ospiterà la più imponente manifestazione gay del continente, e coloro che non avevano ancora programmato di parteciparvi, possono farlo facilmente: Frank Semenzi (tel 335 6133417) ha organizzato, infatti, un aereo che da Malpensa porterà i gay italiani a Vienna, belli freschi per non perdersi le ultime scoppiettanti battute di una serie di manifestazioni davvero indimenticabili. Si tratta di un volo charter dell’Alitalia (quindi sicuro e pieno di confort) esclusivamente riservato per l’occasione, che in 40 minuti di volo può depositarvi nella capitale austriaca, sede della "manifestazione delle meraviglie".

Date un’occhiata al sito ufficiale dell’Europride (www.europride.at), scorrete le immagini delle iniziative che si sono già svolte, e certamente vi verrà voglia di non perdervele. Con l’offerta di Frank Semenzi, avrete il biglietto aereo di andata e ritorno (previsto per la giornata di domenica), due notti in albergo con prima colazione inclusa, tasse aeroportuali e assicurazione a sole 650.000 lire. Poco per un qualsiasi week-end di feste, figuriamoci per prendere parte alle iniziative dell’Europride!

Volete sapere cosa potete fare al vostro arrivo? C’è l’imbarazzo della scelta: venerdì sera, per i più "duri" c’è l’EuroFuck (e già il nome…) una festa leather come solo i viennesi sanno fare.

Per chi ama le atmosfere un po’ più soft, la festa d’obbligo è al Why Not?, una delle migliori discoteche di Vienna, mentre per tutti c’è e il concerto Rosa Lila Villa, gara di cabaret e teatro gay. Nella giornata di sabato, a farla da padrona è, ovviamente, la grande Euro Parade che comincerà alle 14, e che giungerà fino al bellissimo palazzo Imperiale. Lì, a partire dalle 18, feste con scenografie magnificenti e tantissime iniziative, coinvolgeranno i partecipanti fino a notte. Gli instancabili potrano poi approfittare delle varie feste in programma nei migliori locali viennesi, come la tradizionale festa dell’Europride Night, con costumi di fine ottocento e walzer a volontà.

Inutile dire che il Pride di Vienna è persino più affollato dell’evento romano dello scorso 8 luglio: un’organizzazione ineccepibile e la tradizionale consuetudine del nord-Europa ai festeggiamenti di massa, Pride inclusi, sono alcuni degli ingredienti che rendono la manifestazione viennese degna di passare alla storia. In effetti, già moltissimi nord-europei si sono riversati a Vienna, in attesa degli ultimi fuochi… Voi, che aspettate?

Se volete maggiori informazioni su quello che è l’Europride, oltre al sito ufficiale, potete dare un’occhiata all’articolo di presentazione apparso su Gay.it alcune settimane fa. E per andarci con l’"aereo gay", non avete che da chiamare Frank Semenzi allo 335 6133417.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...