Ecco il volto dell’omofobia: ce lo mostra su Fb un ventunenne canadese

di

Un giovane del Quebec massacrato di botte pubblica la foto che diventa tristemente virale

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3574 0

Mathieu Grégoire, un ragazzo ventunenne canadese di Trois-Rivières in Quebec, è stato brutalmente aggredito venerdì scorso al Festival Western di St-Tite, nella regione di Mauricie, nel Quebec. Grégoire ha raccontato che stava difendendo sua sorella da un uomo che la stava importunando, quando la situazione gli è sfuggita di mano: l’uomo lo ha infatti brutalmente colpito sei volte al volto con una bottiglia di birra, mentre gli lanciava insulti omofobi.

E’ stato lo stesso Grégoire a denunciare l’accaduto su Facebook , scrivendo in francese:

Ecco il volto dell’omofobia! A Saint-Tite, venerdì sera, un tizio ha deciso che fosse divertente picchiare un ragazzo gay con una bottiglia di birra vuota! Io non ho nessun ricordo, ho perso conoscenza! Il primo colpo è arrivato sul mio viso, seguito da altri sei… Ho ripreso conoscenza davanti al mio patrigno in lacrime, completamente disorientato, non capendo dove mi trovavo. Ho passato la notte in ospedale, mi hanno fatto delle radiografie e per fortuna non ho niente di rotto.

Venerdì sera, mi hanno aggredito perché sono gay! Benvenuti nel 2015!

Grazie a tutti i miei amici di essere stata presenti dall’inizio alla fine! Durante questo fine settimana ho capito di quanti buoni amici io sia circondato! Ce ne sono parecchi altri che non ho potuto taggare perché non sono tra i miei amici!

Il festival attira nel paese oltre 600.000 persone in 10 giorni, secondo la Montreal Gazette. Durante questa edizione del festival ci sono state altre aggressioni, non collegabili a questa.

La foto di Mathieu è diventata subito tristemente virale su Facebook, superando le 13.000 condivisioni.

Leggi   Coppia gay di Las Vegas picchiata davanti casa. Nessun vicino è intervenuto per difenderli
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...