Washington: 150 coppie in un solo giorno chiedono le nozze

Trecento persone in fila durante il primo giorno dopo la legalizzazione del matrimonio gay anche a Washington. Normalmente, non più di 10 coppie etero al giorno chiedono l’autorizzazione.

In tutto, all’ufficio della Superior Court di Washington si sono presentate 151 coppie di omosessuali contro le 10 etero che, mediamente, fanno domanda ogni giorno. Come vi abbiamo già raccontato, ieri è stato il primo giorno in cui alle coppie gay e lesbiche hanno potuto chiedere l’autorizzazione a sposarsi a Washington D.C., il sesto stato degli Usa a legalizzare le nozze tra persone dello stesso sesso.Sapevamo già che le prime ad ottenere l’autorizzazione sono state Angelisa Young e Sinjoyla Townsend. "Sono così felice, saremo finalmente una vera famiglia come tutti gli altri" ha detto Angelisa. 

Il Consiglio del distretto della capitale in effetti aveva approvato già lo scorso dicembre, con 11 voti favorevoli e 2 contrari, la norma che legalizza le unioni gay nello stato della Casa Bianca, e il sindaco Adrian Fenty, aveva subito firmato il provvedimento. La legge, però, è entrata in vigore solo dopo aver passato il periodo di revisione da parte del Congresso che deve visionare tutte le norme che riguardano la capitale. Di solito, si tratta di una formalità più che di un potenziale ostacolo, ma in questo caso le associazioni lgbt hanno temuto fino alla fine che le pressioni di religiosi e gruppi fondamentalisti anti-gay potessero interferire con l’iter congressuale.

Ti suggeriamo anche  Save The Children: le discriminazioni maggiori sono in base all'orientamento sessuale