Westerwelle sarà padrino delle Olimpiadi Gay

Il ministro degli esteri tedeschi aprirà i Gay Games di Colonia. Il direttore dei giochi: «è un segno della maggiore tolleranza verso gli omosessuali nella nostra società».

Il vice cancelliere e ministro degli Esteri tedesco, Guido Westerwelle, sarà il padrino ufficiale delle Olimpiadi Gay che si svolgeranno a Colonia l’estate prossima. Lo riferisce l’agenzia tedesca Deutsche Presse-Agentur. Il 31 luglio, sarà dunque il leader liberale a dare il via alla manifestazione. Una partecipazione che ha raccolto il plauso del direttore dei Giochi, Annette Wachter, secondo cui la presenza di Westerwelle «è un segno della maggiore tolleranza verso gli omosessuali nella nostra società».

Il ministro, è unito civilmente al compagno, l’imprenditore Michael Mronz, la cui recente partecipazione a un viaggio di Stato di Westerwelle in Brasile ha scatenato polemiche. Il ministro è anche il primo esponente di governo dichiaratamente gay nella storia della Repubblica federale.

Ai Gay Games, che si svolgeranno dal 31 luglio al 7 agosto, parteciperanno circa 12 mila atleti provenienti da tutto il mondo, che si sfideranno in 35 competizioni tra le quali calcio, nuoto, golf, bowling e body building. I primi giochi per omosessuali si svolsero a San Francisco, in California, nel 1982. Scopo della manifestazione è promuovere i diritti dei gay e combattere ogni forma di discriminazione nei loro confronti.

Ti suggeriamo anche  Germania, dopo il matrimonio ecco la prima adozione gay