World Pride 2019, oltre 50 associazioni LGBT italiane a New York per sostenere il World Pride di Roma 2025

A 50 anni da Stonewall tutti al Pride di New York per sostenere la candidatura di Roma per il World Pride del 2025.

Tutti, ma proprio tutti, a New York!

A fine giugno nella Grande Mela si celebreranno i 50 anni dai Moti di Stonewall, con un World Pride che vedrà arrivare in città almeno 4 milioni di persone da tutto il mondo. Italia compresa. D’altronde il 2019 è un anno importante anche per noi del Bel Paese.


Nel 1979 si tenne a Pisa il primo Corteo del Movimento Omosessuale Italiano e quest’anno ne ricorre il 40esimo anniversario. 
Nel 1994, poi, a 25 anni dalla rivolta che ha cambiato la nostra storia, a Roma si è tenuto il primo Pride unitario. Migliaia di persone si riversarono per le strade della Capitale dando inizio a una manifestazione che, nel corso degli anni, si è affermata come il più grande evento di piazza LGBT+ italiano e uno dei maggiori tra del Paese

Nel corso di questi ultimi 25 anni Roma ha ospitato il primo World Pride della storia, nel 2000. Ideato, organizzato e fortemente voluto contro tutto e tutti da quel Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli che ha candidato la Capitale per ospitare di nuovo, dopo 25 anni, il World Pride del 2025. 
Per tutte queste ragioni, il 28 giugno del 2019 proprio il Mario Mieli sarà a New York, insieme ad una ricchissima delegazione italiana LGBT.

Un’occasione storica per compiere il primo passo, uniti, a sostegno della candidatura di Roma per il World Pride del 2025. L’occasione per celebrare i traguardi di questi 50 anni, ma anche per ricordare quanto ancora c’è da lottare in tutto il mondo.
 Una delegazione foltissima, che vedrà oltre 50 associazioni LGBT italiane nella Grande Mela, per celebrate i 50 anni di Stonewall e lanciare la candidatura di Roma 2025. Per ricordare le pioniere del nostro movimento e dir loro grazie per quel tacco, che leggenda narra venne lanciato da Sylvia Rivera contro la polizia entrata per l’ennesima retata contro lo Stonewall Inn. Senza la loro rivolta, avvenuta in quella calda notte del 28 giugno del 1969, vivremmo probabilmente in un mondo diverso. Ma quella rivolta ci fu, e il mondo non è mai più stato lo stesso.

Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli
AGEDO
ALFI
ARC Cagliari
Arcigay Antinoo – Napoli
Arcigay Catania
Arcigay “Makwan” Messina
Arcigay Palermo
Arcigay Rainbow Vercelli Valsesia
Arcigay Siracusa
Arcigay ‘Tralaltro’ Padova
ARCO- Associazione Ricreativa Circolo Omosessuali
Associazione FRAME
Associazione Libellula
Associazione TGenus
Azione Gay e Lesbica Firenze
Beyond Differences
Cassero LGBTI Center
Certi Diritti
Chimera Arcobaleno – Arcigay Arezzo
Circolo Red Bologna
COLT- Coordinamento Lazio Trans
Comitato Bologna Pride
Coordinamento Liguria Rainbow
Coordinamento Palermo Pride
Coordinamento Torino Pride
Cromatica – Associazione Nazionale Cori Arcobaleno
DI’GAY PROJECT
EDGE Excellence and Diversity by Glbt Executives
Famiglie Arcobaleno
GAYCS
Gaynet
Globe-Mae
Gruppo Trans* Bologna
I-Ken
I Mondi Diversi
Ireos
I Sentinelli di Milano
La Fenice Gay
L.E.D. Libertà e Diritti Arcigay Livorno
Lesbiche Bologna
MIT – Movimento Identità Trans
MOS – Movimento Omosessuale Sardo
NovarArcobaleno
NUDI – Associazione Nazionale di Psicologi per il benessere LGBTIQ
Omphalos LGBTI Perugia
Pinkriot Arcigay Pisa
Pochos Napoli ASD
Polis Aperta
Politropia Arcigay Rovigo
Pride Vesuvio Rainbow
Rete Genitori Rainbow
Rete Lenford
Roma Eurogames 2019
Stonewall Siracusa
Toscana Pride
Vicenza Pride