Arcilesbica incontra la responsabile diritti del PD e attacca la Cirinnà

Al centro del confronto alcuni dei temi più caldi: la gpa, le adozioni e il matrimonio egualitario.

Arcilesbica fa visita al Partito Democratico per parlare di politiche LGBT: presentate le proposte della nuova segreteria anti-gpa.

Un incontro dovuto quello tra Arcilesbica e il PD, dopo i precedenti già avvenuti tra il Partito Democratico e le altre organizzazioni rainbow nazionali: ma quanto peserà sulle posizioni in materia di diritti civili del grande partito italiano più sensibile alle istanze della comunità LGBT?

Solo pochi giorni prima l’associazione lesbo-femminista aveva inviato proprio al PD una lettera aperta sostenendo il divieto assoluto alla Gpa e anzi il suo sanzionamento come reato universale, l’opposizione all’assistenza sessuale per i disabili, all’accesso alle cure ormonali per i minori transgender e alla regolamentazione della prostituzione.

arcilesbica
Silvia Fregolent, responsabile welfare e diritti civili del PD, in Parlamento.

La nuova dirigenza di Arcilesbica, rappresentata da Cristiana Gramolini e Roberta Vannucci, è stata accolta da Silvia Fregolent, responsabile welfare e diritti civili del PD e da Fabrizia Giuliani, componente della Commissione Giustizia della Camera e molto vicina pare a Se Non Ora Quando – Libere, altra organizzazione nota per una posizione intransigente sulla gestazione per altri.

Unica voce fuori dal coro tra i democratici quella di Monica Cirinnà, che su Facebook scrive: “Orgogliosa di non rappresentarvi e di non essere votata da voi”.

Televisione

Le star di ‘Tredici’ e di ‘Locke & Key’ ufficializzano il loro amore su Instagram – FOTO

Entrambi attori, entrambi sono giovanissimi e si amano alla follia. Su instagram escono alla scoperto come coppia due volti noti al pubblico di Netflix

di Carlo Lanna