Benetton sfida Putin: ecco come sarebbe il Pride a Mosca

Persone coloratissime, musica, carri: sembrano le immagini di un Pride svoltosi a Mosca. Si tratta invece della nuova campagna di Benetton UNHATE. Il video.

Un Pride a Mosca nella nuova campagna di Benetton UNHATE. L’azienda non è affatto nuova a questo genere di campagne provocatorie legate a temi sociali come il razzismo e l’omofobia. Nel novembre 2011, ad esempio, in tutto il mondo apparirono manifesti con capi di Stato e rappresentanti religiosi intenti a baciarsi. A Roma, ad esempio, spuntò una gigantografia con il bacio tra Benedetto XVI e l’Imam de Il Cairo (qui la campagna video).

Oggi Benetton rispolvera la campagna UNHATE per mettere in luce l’omofobia in Russia dove per i prossimi 100 anni è vietata qualsiasi manifestazione come il Pride e dove esiste una legge che vieta anche solo di parlare di omosessualità.

In Russia un Pride come quello ricreato da Benetton è, al momento attuale, pura utopia.