Break the Box, la pubblicità progresso contro gli stereotipi di genere

Nel video rappresentata la lotta contro aspettative sociali rigide e anacronistiche

Le ragazze non giocano a football“, “gli uomini non piangono“, “giochi come una ragazzina“, sono solo alcuni esempi delle frasi che, sin da bambini, ci sentiamo ripetere milioni di volte.

Break the Box, realizzato dalla Texas Association Against Sexual Assault, ci mostra che “uscire dalla scatola” abbattendo gli stereotipi di genere è possibile!

La campagna Break The Box è focalizzata ad eliminare gli stereotipi di genere che possono portare alla violenza sessuale. Ma la violenza sessuale non è solo stupro o violenza fisica. Si comincia quando feriamo le persone attraverso atteggiamenti e parole. Solo con la lotta contro questi stereotipi possiamo liberarci dei limiti creati dalle aspettative sociali che sono il risultato di ruoli di genere rigidi e anacronistici.

1 commento su “Break the Box, la pubblicità progresso contro gli stereotipi di genere

  1. Beh lodevole iniziativa ma e’ come chiedere ad un genitore responsabile e adulto di fare il genitore… cioe’ ascoltare l’interiore dei propi ragazzi e ragazze ed accompagnarli ad una serena accettazione della propia indole ossia etero o altro… vi e’ mai capitato? sinceramente no e lo ritengo veramente difficile…anche se non disperiamo… al massimo sentiamo un genitore dire che lui non e’ solo padre o madre bensi’ anche amico o amica dei propi figli… ovviamente aberrante che un genitore sia amico di qualcuno che ha generato e’ come rinunciare al ruolo responsabile di genitore e diventare un consigliere… poi sti poveri figli quando scoprono la propia indole non sanno a che santo votarsi per capirci qualcosa … ma li’ poi entra i gioco la morale e la suprema guida del bene dal male… i preti e tutto il loro circo di grandi frasi e grandi studi…. e i futuri depressi buoni genitori si perpetuano all’infinito… amen

Lascia un commento

LEGGI ANCHE

Storie

Berlusconi rimprovera un bambino in Molise: “Togliti l’orecchino, è da...

Dalle battute misogine e omofobe ai rimbrotti di nonno 'Silvio': anche qui sta il declino del Cav.

di Gianluca Pellizzoni | 17 Aprile 2018

Storie

Disneyland Paris: “Anche i bambini possono essere principesse per un...

Il parco tematico è tornato sui suoi passi dopo le polemiche scatenate dalla mamma di Noah, escluso dall'attività perché maschio.

di Redazione | 6 Settembre 2017

Storie

Londra, svolta John Lewis: i vestiti fino ai 14 anni...

Superati i pregiudizi di genere.

di Redazione | 5 Settembre 2017