Coppia gay al ristorante: ecco cosa potrebbe accadere in Mississippi

Da chi li deride e chi ne assume le difese. La candid camera che vi lascerà senza fiato.

Immaginate uno Stato in cui un commerciante possa liberamente cacciare dal suo locale una coppia gay, per il semplice fatto che sia gay.
Assurdo, vero? Eppure tutto questo avviene ancora oggi negli Stati Uniti.
Si chiama Religious Freedom Restoration Act, una legge del Mississippi che, allo scopo di tutelare la libertà religiosa, discrimina le persone lgbt.

In una recente puntata di What would you do?, programma televisivo che mette alla prova le reazioni delle persone attraverso esperimenti sociali, due attori, Ben e Andreas, si sono finti una coppia gay in un ristorante messicano.
Il video è in inglese ma facilmente comprensibile. Ecco come è andata.

candid-camera-mississippi-ristorante-2

“Se fosse mio figlio gli direi che a Dio questo non piace” sono le parole di una signora. “Credo nella Bibbia ed è sbagliato” – e aggiunge che sarebbe infastidita anche nel caso in cui una coppia etero si comportasse in questo modo.
Detto, fatto. La candid prosegue con una coppia eterosessuale.

Ecco cosa accade quando la complice Traci invita Julia e Joe a smettere di baciarsi. “È solo gelosa” commenta sorridendo la prima signora.
Ben più interessante solo le parole di una coppia mostrata poco dopo: “Di solito [a far così] sono un uomo e un uomo o una donna e una donna” sono le parole del signore a cui fa seguito il commento della donna che ammette candidamente: in tal caso “mi sarei alzata e me ne sarei andata”.

Ti suggeriamo anche  Francesco festeggia cinque anni da Papa: è cambiato qualcosa per i gay?

A questo punto ritornano Ben e Andreas. Qui la situazioni degenera. In un tavolo delle ragazze deridono la coppia: una di loro, come se ciò non bastasse, li inquadra durante una videochiamata per poi mostrare il pollice all’ingiù.
A questo punto interviene la complice che si rivolge alla coppia: “Ok, ora ne ho abbastanza”. A prendere le difese dei ragazzi ci pensano due studenti: “Non stanno facendo nulla” risponde il ragazzo che indossa la t-shirt blu.
“Mi state infastidendo, credo dovreste uscire dal locale” aggiunge Traci. “Fai sul serio?” reagisce Ben. A rispondergli, però, ci pensa una signora dal tavolo delle ragazze: “Sì, state disturbando anche noi”.

I due studenti iniziano ad alterarsi per il comportamento di Traci invitandola, in modo colorito, a smettere di disturbare la coppia. “Ma sono gay” ribatte lei. “Non c’è niente di sbagliato in ciò” è la risposta del ragazzo.

A questo i ragazzi si alzano e cercano di sistemare la situazione parlando con il cameriere: “C’è una coppia gay e una signora continua che continua a dire che li vuole fuori dal locale perché disgustosi”. Ma, invece di sbatter fuori la signora, il cameriere (attore) fa alzare la coppia gay come regolamentato dalle leggi del Mississippi.
candid-camera-mississippi-ristorante
I due studenti sono scoccati e uno dei ragazzi esplode: “Questo è il motivo per cui mezzo mondo odia gli Stati Uniti. È grazie a persone come te. A causa della tua intolleranza verso il resto del mondo –  sbotta contro Traci – sono incazzato nero”. La complice prova a giustificarsi ma il ragazzo è un fiume in piena: “Bene, esci, vai fuori! Non occorre che tu stia qui seduta a parlare con me visto che mi sto trattenendo”.

Ti suggeriamo anche  A very english scandal: Hugh Grant nei panni (veri) di un politico gay

Una standing ovation per i due ragazzi che, invece di restare a guardare, hanno scelto di alzare la testa e reagire. Un esempio per tutti.