Coppia gay texana si sposa via Skype per aggirare il divieto

In Texas le nozze gay non sono permesse e una coppia ha chiesto ad un’officiante di Washington di celebrare il loro via Skype. Dall’altro lato gli sposi, gli amici e i parenti a festeggiarli.

^f1Mark Reed e Dante Walkup sono una coppia da 10 anni ed avevano espreso il desiderio disposarsi. Purtroppo, nel loro Stato d’origine, il Texas, i matrimoni gay non sono legali. Questo non è bastato a fermare i due innamorati che, preso un aereo, si sono recati a Washington D.C., dove invece le nozze tra persone dello stesso sesso sono ammesse. A Washington, Dante e Mark chiedono ed ottengono la licenza di matrimonio e poi incontrano l’Officiante Shiela Reid-Alexander che accetta di presiedere la cerimonia del loro matrimonio quando torneranno a Dallas. Determinati ad celebrare le loro nozze tra amici e parenti a casa loro, in Texas, i due tornano indietro, e allestiscono la salacon i classici drappi e fiori, ma anche con un sistema di proiezione audio-video e una connessione a Internet.

^rf2Per fare cosa? Semplice: per permettere a Reid-Alexander di collegarsi tramite Skype e celebrare ilmatrimonio. Perché le nozze siano ufficialmente riconosciute, infatti, devono essere officiate da una persona autorizzata dal distretto di Washington e all’interno del territorio in cui i matrimoni gay sono riconosciuti. Solo così, Mark e Dante sono riusciti a coronare il loro sogno. Il video del loro matrimonio si conclude con un messaggio: "Nessuno dovrebbe essere costretto a sobbarcarsi una trafila del genere per provare la gioia del matrimonio e dell’uguaglianza".

Ti suggeriamo anche  Il vescovo: “Niente funerali per i gay sposati se non si pentono prima di morire”