“Frocio” sulla porta di casa: “Lo lascerò, non mi vergogno” [VIDEO]

Il suo compagno fu ucciso durante un attacco omofobo. Ecco il suo racconto.

Brutta sorpresa per Gary, newyorkese, che da due anni vive in un paese del piacentino. “Froci” è la scritta che ha trovato verniciata sul portone della sua abitazione.
“Questa scritta non mi offende – ha raccontato Gary davanti alle telecamere di Telelibertà Piacenza – ha soltanto fatto riemergere quei terribili ricordi, quell’odio che anni fa avvertivo forte e che in questi giorni è tornato a rivivere nella mia mente”

“Nel giro di pochi giorni il territorio piacentino ha registrato una seconda denuncia per un episodio dai risvolti chiaramente omofobi” è la denuncia di Agedo e Arcigay Piacenza che sottolineano come questo non dimostri un escalation di omofobia quanto piuttosto “l’aumento delle persone che non sono disposte a subirli a testa bassa”.
“Quello che però non possiamo fare a meno di notare – si legge nel comunicato – è che in entrambi i casi le denunce provengono da persone che non sono di origine piacentina, segno che forse chi è nato è cresciuto nel nostro territorio ha ancora qualche problema a prendere coscienza dei propri diritti di libero cittadino, che può e deve reagire a certe situazioni. E sicuramente su questo – chiosano le associazioni – bisogna ancora lavorare”.

Ti suggeriamo anche  Irlanda del Nord, studentessa si laurea con bandiera arcobaleno per chiedere il matrimonio gay