Gianluca Vialli: “Il calcio è pronto per i gay”

Vialli commenta l’episodio Sarri-Mancini e ne approfitta per dire la sua sull’omofobia nel calcio.

In un’intervista con il CorriereTV, Gianluca Vialli, ex giocatore di calcio adesso allenatore, dichiara che l’episodio di Sarri (che ha insultato Mancini) è stato tremendamente spiacevole, che non ha apprezzato, e rilancia dicendo che, per quanto lo riguarda, i tempi sono maturi e il calcio è pronto per i gay.

Insomma, Vialli sta invitando timidamente tutti i gay non dichiarati a farsi avanti, per fare da pionieri (qualcuno dovrà pur farlo no?) in un mondo che va reso molto più reale e depurato da un eccesivo maschilismo eterosessuale. Giocare a calcio non è sinonimo di eterosessualità, cosi come giocare a pallavolo non lo è di omosessualità.

Apprezziamo le parole di Vialli e speriamo che sempre più giocatori e/o allenatori di calcio si facciano sentire al riguardo dell’omofobia nel calcio, ora più attuale che mai.

Per sentirlo parlare del tema in questione, andate al minuto 2:58.
Ti suggeriamo anche  Puoi baciare lo sposo, Generazione Famiglia all'attacco della commedia LGBT