Giorgia Meloni: se mio figlio fosse trans sarei contraria alle adozioni gay

La parlamentare di destra replica a Luxuria ed alla Litizzetto da Rete4

Continua a destare curiosità e polemiche la gravidanza della portavoce di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, annunciata al Family Day di sabato scorso.

Alla frecciata di Vladimir Luxuria, che da Twitter le augurava “figli trans”

la parlamentare ultraconservatrice ha risposto dalla trasmissione “Quinta Colonna” su Rete4 andato in onda ieri sera.

Quello di Luxuria è “un commento cretino“, incalza la Meloni. “Gli assicuro che se anche mio figlio fosse transessuale, o bisex, o quadrisex lo amerei ma sarei ancora contraria alle adozioni da parte delle coppie gay“.

La Meloni ha rivelato di essere incita del compagno Andrea Giambruno, via Facebook, in un post dove spiegava la sua partecipazione alla manifestazione per le famiglie tradizionali. La sua gravidanza è stata anche oggetto di commenti da parte di Luciana Litizzetto domeni sera a “Che Tempo Che Fa“:

“La Meloni ha annunciato di aspettare un meloncino. Fa molto ridere che l’abbia detto al Family Day e cioè nella piazza della famiglia tradizionale perché lei non è sposata. Ne sono contenta, ma è come andare a un festival vegano e dire di avere appena mangiato una fiorentina al sangue”.

Ti suggeriamo anche  Cecenia, la polizia ai genitori: "Uccidete i vostri figli gay o lo faremo noi"