Hillary Clinton asfalta Donald Trump sul tema donne: “Le chiami scrofe, sciattone, cagne”

“È uno che ha detto che ‘la gravidanza è un inconveniente per gli impiegati’, che ha detto che ‘le donne non meritano una paga uguale a quella degli uomini'”.

È andato in scena ieri sera il primissimo confronto tv tra i candidati per le elezioni americane Donald Trump e Hillary Clinton: a 42 giorni dal fatidico giorno inizia un confronto faccia a faccia, che andrà avanti ancora per molto.

Tra le varie cose, è stato trasversalmente toccato il tema donne: Donald Trump ha affermato che Hillary Clinton non ha “l’aspetto” per essere un presidente, cambiando poi il sostantivo con “forza”. “Hillary non ha la forza, la resistenza per essere un Presidente: il capo di questo paese deve contrattare con paesi come l’Arabia Saudita e il Giappone, e non credo che Hillary abbia la forza per farlo“.

Hillary ha controbattuto affermando: “Ha cercato di sviare dall’aspetto alla ‘forza’, ma questo è un uomo che ha chiamato le donne scrofe, sciattone e cagne. È uno che ha detto che ‘la gravidanza è un inconveniente per gli impiegati’, che ha detto che ‘le donne non meritano una paga uguale a quella degli uomini’. Ma una delle cose più brutte che ha detto riguarda una donna in un concorso di bellezza – lui ama i concorsi di bellezza, li supporta e vi partecipa; l’ha chiamata Miss Piggy, e poi l’ha chiamata ‘Signorina Badante’ perché è latina. Donald lei ha un nome, si chiama Alicia Machado, è una cittadina statunitense e ci puoi scommettere che a novembre voterà“. Il fatto a cui fa riferimento la Clinton è avvenuto nel 1996: Alicia Machado, Miss Venezuela candidata a Miss Universo, era ingrassata e Donald, che finanziava il concorso, la soprannominò in quel modo. La donna afferma di aver avuto problemi di depressione dopo aver abbandonato il concorso e in seguito a queste affermazioni offensive.

Ti suggeriamo anche  Taylor Swift spiega a 'Vogue' perché ha iniziato a sostenere pubblicamente i diritti LGBT+

Alla fine del dibattito, secondo un sondaggio istantaneo della Cnn, il 62% dei circa 100 milioni di spettatori ha spento la tv pensando che Hillary abbia vinto, contro il 27% che ha preferito lui. Secondo un rilevamento di Time, però, il 59% ha apprezzato Trump e il 41% Clinton. Questo primo confronto è arrivato sullo sfondo della rimonta di Donald, che nelle ultime settimane ha quasi annullato il vantaggio di Hillary dopo le convention di luglio. Speriamo che dopo questo pubblico shade la Clinton riesca a rimontare.