Il bacio lesbo che ha sconvolto gli anti-gay francesi

Alliance Vita mobilita 75 piazze contro le adozioni gay, ma l’appassionato bacio di due ragazze irrompe sulla scena e sconvolge gli attivisti.

^f1Un bacio lesbo era l’ultima cosa che gli attivisti di Alliance Vita si aspettavano di vedere nel belmezzo della loro performance a favore della famiglia etero e contro quella gay. Mentre la Francia, infatti, si appresta, come promesso in campagna elettorale da Hollande, a dotarsi di una legge che permetta alle coppie gay di sposarsi e di adottare dei bambini, il paese è attraversato dalle polemiche scatenate dalle associazioni conservatrici, prima fra tutte Alliance Vita che ha chiamato a raccolta tutti i genitori convinti che un bambino, per crescere bene, debba avere un padre e una madre, né due padri, né due madri. Nei giorni scorsi, in ben 75 città d’oltralpe, l’associazione ha organizzato una mobilitazione al grido di "Un padre e una madre, non si menta ai bambini". E proprio sulla base di questo motto, le mobilitazioni sono state animate da una figura con le ali, una con su scritto "mamma" e l’altra con su scritto "papà", rigorosamente di colore diverso.

^rf2L’uomo,  che simboleggerebbe un bambino, riesce a stare in piedi solo muovendo contemporaneamente entrambe le ali, mentre la folla, divisa tra padri e madri, lo incoraggia a non cadere. Il messaggio è chiaro: secondo Alliance Vita, se manca una delle due figure (è questo che succederebbe a loro avviso nelle coppie gay), il bambino non può "reggersi in piedi", crescere bene. Un vecchio adagio che le aree più conservatrici della popolazione (non solo in Francia, ovviamente) recitano come un mantra quando si tratta di scagliarsi contro le adozioni gay. Una teoria, si sa, smentita da decine di studi psicologici e sociologici.

Una di queste manifestazioni, però, è stata disturbata da una coppia di ragazze che ha deciso di irrompere sulla scena scambiandosi un appassionato bacio, tra le faccie sconvolte e scandalizzate dei presenti.

^f3Ma non è stata l’unica interferenza che ha riaffermato il diritto all’adozione delle coppie gay. A Tolosa, ad esemio, alcuni passanti infastiditi dall’evento palesemente anti-gay, ha iniziato a urlare, minando il sereno svolgimento della manifestazione, cosa accaduta anche in altre città.

Come più volte riportato, il governo francese si è impegnato ad approvare una legge sul matrimonio e una sulle adozioni gay entro il primo anno di mandato.