Il coming out di un giovane padre gay che commuove il web

25 anni e una “famiglia perfetta”. Poi la scoperta: “Devo essere me stesso per stare bene”

Lui è Ben, 25 anni, padre di due bambini e marito di una moglie stupenda. La famiglia perfetta, come quella che si vede nelle pubblicità, anche se nata dopo un dolore tremendo: la morte della mamma di Ben, quando lui aveva poco meno di 20 anni. Tutto procede nel migliore dei modi quando un disagio inspiegabile porta Ben a darsi all’alcol. “Bevevo – spiega nel video tramite lo schermo del suo tablet – perché assopiva i miei sentimenti”. A Capodanno la svolta: decide di smettere di bere e di capire cos’è che lo fa stare così male. Ben capisce di essere gay e che l’infelicità era dovuta al dover vivere senza essere sé stesso. A raccontare la sua storia è lui stesso, in questo commovente video che si conclude con un messaggio inequivocabile: “Dovevo essere me stesso per stare bene”.


Ti suggeriamo anche  Tuo, Simon, l'ex star Disney Joey Pollari fa coming out: 'Sono gay'

8 commenti su “Il coming out di un giovane padre gay che commuove il web

  1. Si è sé stessi solo quando si vive per quel che si è nella vera e propria naturalezza umana non ingannando sé stessi rifiutandosi di vedersi e accettarsi per quel che si è, quella è solo una maschera sotto la quale si cela una finzione, che se non indagata a fondo non ci fa assaporare la vita. La vita vera per lo scopo per cui siamo stati creati.

  2. A me sembra tanto una messinscena: la musica è perfetta, il ragazzo è troppo carino, ed il messaggio con le tavolette sintetico ed efficace. Pare esserci una mano esperta di regia dietro… certo se il tipo fosse brutto non avrebbe lo stesso effetto ed è questo che mi fa sospettare…

  3. E’ una storia davvero commovente. Al di la’ del video, viene fuori la vera essenza di Ben, non importa quando, l ‘unica per la quale la vita vale davvero la pena di essere pienamente vissuta. E lui, il giovane uomo e padre di famiglia, ha realizzato questa dimensione … Pur nella contraddittorietà della vita e delle vicende umane.
    Per questo concordo pienamente nelle considerazioni di Concetta.
    A tutti un caloroso e affettuoso saluto.

  4. Io lo trovo fintissimo e neanche costruito bene. I messaggi sono già stati scritti in precedenza e si vede benissimo che lui fa solo finta di scriverli. E poi mi sta sulle palle sto messaggio che vogliono far passare , del tipo ” meglio gay che alcolizzato ” . Perché quando ha conosciuto la moglie e l’ha messa incinta 2 volte era sempre ubriaco? Avrà anche commosso il web come dicono ma per me avrà commosso solo gente ignorante .

  5. Clip video evidentemente costruita nei minmi dettagli in precedenza…notare quando il ragazzio scrive…non scrive realmente ma semplicemente sfoglia pagine già create prima…forse si sono ispirati ad un storia vera ma di certo il protagonista non credo sia lui…

  6. Al di la.dei commenti .trovo che ancora oggi ci si debba interrogare che cosa e’normale.in questa soceta’ma non vogliamo,dire che la società siamo noi tutti.con i vari problemi.Eddie individualita’dobbiamoo.mettere in evidenza che ogni individuo ha la sua personalità e arricchisce il tessuto della nostra vita,che si debba ancora oggi nascondersi i.o perche’il giusto è formarsi famiglia,avere figli,chiesa,e lavoro e tutto e bene cosi,è una pia illusione.la vita è semplice siamo noi che con i nostri pregiudizi.la com plichi amo,a noi stessi e AG l’altro,ciò che e’diverso non fa per noi.sbagliato!apriamo la nostra intelligenza,e siamo non stessi sarebbe una società’ migliore.non saremmo qui ha mettere in dubbio ciò che e’realta’da millenni…non siamo ipocriti fino a questo.punto.e credo che tanti complessi. Che abbiamo potrebbero essere superati.con semplicità senza sentirsi uno scarto…

Lascia un commento