Insultava i partecipanti del London Pride e ora dovrà comparire in tribunale

La 38enne Jamila Choudhury è stata accusata di crimini d’odio. Nel mese di luglio aveva ricoperto di insulti i partecipanti del Pride londinese.

Jamila Choudhury, 38enne di Walthamstow, è stata fermata dalla polizia nel luglio scorso, dopo essere stata pizzicata ad insultare i partecipanti dell’East London Pride

Dio ha creato Adamo ed Eva, non Adamo e Steve. Vergogna per te, vergogna per tutti voi. Vergognatevi, gente spregevole. Vergognatevi, gente spudorata“, aveva urlato la donna con la niqab, ora ufficialmente indagata e accusata di crimine d’odio, come riportato da ITV News.

Jamila dovrà comparire presso la Corte dei magistrati del Tamigi nel mese di ottobre. Nel luglio scorso, quando il video dell’attacco omofobo della 38enne divenne virale, i musulmani LGBTQ  di Londra presero immediatamente le distanze dalla donna.

Ti suggeriamo anche  Grindr diventa invisibile: "Vogliamo proteggere i nostri utenti nei paesi omofobi"