Ex membro ISIS: gli integralisti stuprano i gay prima di ammazzarli

L’ex militante confessa: “Uccidono e decapitano persone innocenti, derubano e compiono i peggiori atti possibili, come stuprare gli omosessuali”.

L’organizzazione terroristica islamica ISIS utilizza lo stupro come punizione sistematica per i presunti omosessuali: questo è quanto ha confessato un ex membro del gruppo integralista,

 Kamandar Bakhtiar, questo il nome dell’uomo, ha raccontato a Alaan Tv, un’emittente degli Emirati Arabi: “Durante i tre mesi che ho passato in ISIS, ho visto le cose peggiori che si possano immaginare sulla faccia della Terra”“Uccidono e decapitano persone innocenti, derubano e compiono i peggiori atti possibili, come stuprare gli omosessuali”. L’uomo ha anche aggiunto che ciò che ISIS fa è contrario agli insegnamenti dell’Islam.

È una conferma quella che arriva dall’ex membro del gruppo islamico: ISIS sistematicamente condanna a morte chiunque sia gay o venga anche solo accusato di esserlo.